I PALLBEARER E L’IMPRESCINDIBILE AVVENIRE DELLA MOVIOLA IN CAMPO

Siamo sicuramente discepoli di ciò che riteniamo essere la più grande epoca della musica moderna – gli anni ’70 e ’80. Le migliori bande mai uscite da quel tempo stavano facendo qualcosa di incredibilmente nuovo ma […]

C’era una volta il metal: come il metallaro puro e duro vorrebbe che fosse

Nel 1975 vi erano i Ramones, anzi no. Nel 1980 vi erano gli Iron Maiden.

Caccia alle streghe: dopo gli antifa, gli antimpa’

Viviamo in tempi noiosi: tutti con questi cazzo di social network a voler dire la loro noiosissima opinione circa il cazzo che me ne frega del loro vivere, impegnati come sono tra un selfie su […]

Risate, queste sconosciute

Quando avevo vent’anni m’ero ripromesso che sarei sempre rimasto informato sulla scena, che avrei ascoltato ogni disco che mi capitava sotto al naso, che sarei divenuto un essere umano colto, conoscitore del metal, capace d’argomentare […]

(SPHC​-​73) Sedem Minút Strachu – Sedem Minút Samurai

Non è certo il disco che me li ha fatti scoprire, infatti devo dire grazie a quel video del live all’Obscene Extreme Fest. Non è certo il mio disco preferito, anche perché è un EP, ma […]

Storia d’un drogato

Un giorno, in un precedente lavoro, ero in macchina col mio collega. Uomo vissuto, cattolico, si faceva un segno della croce ogni volta che passavamo di fronte a una chiesa. Una vera testa di cazzo, […]

Hour Of Penance o Hair Of Hipster al San Metallo di Molfetta

Sigla! Quale peggior modo d’iniziare un articolo se non con un pezzo degli Insane Clown Posse. Non c’è niente da ridere con questi due Clown (di quelli che chiami al decimo compleanno d’un bambino col […]

ARCH ENEMY – STORIA DI UNA BAND CHE ERA UN PROGETTO E CHE DIVENNE UNA BAND

Dedicato alla memoria del giornalista e critico metallaro Simone Sacco (2003-2012) fonte di ispirazione per questo mio articolo …No, non è morto ma come giornalista e critico metallaro ha cessato rigorosamente di esistere a ridosso […]

Amore al tempo dei cavalli

Allora, equino affaccendato, come ti va con il lavoro? Bene, direi… E con la scrittura? Oh, al momento non saprei dire, ma in generale credo bene, dai. E con la famiglia? Siamo tutti vivi e […]

Tommy Cash dall’Estonia una rima alla volta

Quando un’artista, gruppo, accessorio che emette dei suoni può avvalersi del titolo sdanghero, con tanto di bollino equino che fa l’ok? Bella domanda, a cui neanche io so ancora dare risposta. Basta essere strambi, particolari, […]