Pascolando

Cambio di stalla per il cavallo goloso!

E come diceva Dylan Dog, a me non piace andare in ospedale. Entri che sei sano, fai un esame medico, poi ti scoprono un male incurabile e muori di lì a poco. Questo per dire. Lunedì ho un esame medico, perché ho un dolore addominale. Il mio medico dice “forse sono calcoli al colon, niente di grave” e io certo, in fondo la sanità non ha mai funzionato meglio come oggi, posso stare tranquillo. Avrò un equipe medica sfaccendata e pronta a occuparsi di me. Sarcasmo on. Continua a Leggere

Pascolando

I Nanowar hanno dei nuovi nemici: dopo i metallari ora anche i Formiani!

Quando ho letto della svolta pop dei Nanowar sono rimasto un po’ perplesso, lo ammetto. E se lo dice uno che non si caga più il metallo, figuriamoci che reazione possa aver avuto chi il metallo lo vive come una fede.

Prima le foto, poi i vari annunci. Ci avevano avvisato “vedete che non sarà un pezzo metal, ma pop”, ma qualcuno asseriva che sarebbe stata la solita trollata. E trollata infatti è stata, perché hanno fatto esattamente quello che hanno detto: un pezzo pop. Continua a Leggere

Articoli

Asylum è “er peggio” disco dei Kiss?

Asylum è er peggio disco dei Kiss anni 80.

Questo è ciò che si dice, ma io non sono d’accordo. Credo anzi che nell’intera decade, la band abbia mantenuto una buona media. Teniamo presente che i grandi Kiss, quelli che dopo il terzo disco iniziarono a macinare miliardi, diventando un fenomeno irresistibile, dovettero rimboccarsi le maniche e lavorare come dei muli per mantenersi a galla negli eightis (si scrive così, vero?). Continua a Leggere

Articoli

Il futuro del giornalismo metal è la fanzine!

Cominciò tutto con le fanze e finirà tutto (o ricomincerà) con le fanze. Fanzine, esatto. Del resto sarebbe davvero assurdo pretendere che delle riviste vere e proprie, sopravvivano in un mondo in cui le edicole chiudono, la carta è in crisi nera e il metal ha ridotto in modo vertiginoso le cifre che riusciva ad alzare anche solo fino a dieci anni fa. Continua a Leggere

Articoli

Black ‘N Blue – Una storia senza amore

black n' blue

Black ‘N Blue, un’altra band di cui non ho mai scritto su Sdangher, anche se li adoro e ascolto i loro dischi dal 1995. Beh, nell’1984-1988 io facevo le elementari ed era già difficile convincere i miei genitori a comprare la compilation di Fivelandia 7. Li ho scoperti otto anni dopo il loro momentaneo scioglimento e li ho amati subito. In quest’occasione vorrei approfondire un po’ il secondo disco, Without Love, con il pretesto che ci ha suonato anche Adam Bomb, e siccome disco chiama disco, appena ho finito con Fatal Attraction, sono passato a… Continua a Leggere

Pascolando

La musica ideale di una pandemia è il silenzio

Salve gente, come va il vostro lockdown? Io a quanto pare devo ancora sopportare la zona arancione, che poi tanto arancio non è, perché a parte i bar chiusi alle 18 e l’asporto forzato, noto che comunque la gente fa un po’ il cazzo che gli pare. Aggiungo poi, sentendo racconti in zone diverse d’Italia, che è divertente come io “non” possa uscire dal mio comune, ma ho amici che vanno spesso e volentieri all’estero. E sì, perché il virus prolifera a 30 km da casa mia, dove abita la mia fidanzata, non di certo in una nazione straniera. Ma non stiamo qui a romperci le balle su questi futili argomenti. Continua a Leggere

Noisy Horse Recensioni

Atrax Morgue Presents Mörder Machine ‎- Mors In Massafra – May 18, 2002

È stata una recensione combattuta questa. All’inizio quando ho ricevuto la cassetta (ringrazio Ambiente H per avermi contattato), ammetto che il mio tasso alcolemico era alto. La prima volta che l’ho sentita sono scivolato nel sonno e quando mi sono svegliato, il nastro era finito e io avevo un forte mal di testa. Va bene, riproviamoci. Continua a Leggere