GIAPPONESATE – A PROPOSITO DI PORNO GIAPPONESE

-Ogni momento era come sentire un dio saggio sfiorare il suo dito nella tua mano e viziosamente sfregarlo intorno…

La sensazione era come se… la tua veste stesse massaggiando ogni piccolo atomo del tuo corpo.
Era la sensazione più bella al mondo, poteva…
-Di cosa stai parlando?
-La prima volta che mi sono masturbato.
Newbies – Nether Part 2 (Minecraft Machinima)
Sono entrato in Sdangher inizialmente per parlare solo di doom, mostrare solo il mio lato necrofilo. Col passare del tempo sono cresciuto, ho imparato a estrapolare cose di me che ignoravo io stesso, altre assurde e non di certo per un attimo di gloria, ma solo ed esclusivamente per strapparmi e magari strapparvi un sorriso.
È emozionante scrivere, ma ancor di più rileggersi e riscoprirsi vedendo quanto a volte siamo così semplici e dementi, come una mente ricca d’idee si possa racchiudere in poche righe, pensieri che scendono attraverso un imbuto e poi arrivare al collo e centellinarsi in poche perle di demenza.
Però questa è la sezione giapponesate e allora parliamo di pornografia o la citazione di prima non serve a niente.
Ora non fate i perbenisti del cazzo dicendo no, io il porno mai, tutti noi (maschi) ci siamo masturbati, almeno una volta, sopra un film porno e chi dice di no mi mostri le mani che voglio vedere i calli.
L’avete talmente consumato che di sicuro ha preso la forma della vostra mano destra o sinistra; l’ultima volta la ragazza vi ha fatto wow, mi sta perfettamente tra le dita“; che poi se la vostra ragazza ha la mano come la vostra mi porrei qualche domanda.
Vi faccio una domanda alla quale spero mi rispondiate in molti su facebook, blog e anche sms, il mio numero è 666.69.969 – chi di voi ha visto Two Girl One Cup?

Come, solo due mani alzate?

Su dai, smettetela di masturbarvi la lingua e dite la verità, perché non credo esista una sola persona a questo mondo che non abbia visto il video più sputtanato del web dopo la troll song.
Ciò che molti di voi non sapranno è che il famoso video di 1.30 minuti dove due porcelle si condividono una coppa di merda e vomito del quale vi consiglio il singolo del mitico Jon Lajoie, è il fantomatico trailer di un film di 2 ore e 4 minuti del quale sto organizzando un torneo alla ne rimarrà soltanto uno: una TV FULL HD manderà il film senza pause mentre noi c’ingozzeremo di dolci fino a quando vomiteremo e di sottofondo ci saranno gli Anal Blast, i Vomitory e i Purulent Jacuzzi.
Ciò che molti di voi non sanno è che però esiste anche la versione giapponese.
Si avete capito bene, giapponese.

 

No, il trailer l’ho perso, me lo passarono qualcosa tipo 4 anni fa ed è andato perduto nel tempo, ma se qualcuno lo ritrovasse sarei lieto se me lo limkasse, grazie.
Intanto che ascolto gli Anal Blast (ironicamente mentre li cerco su youtube trovo solo video di Paul Gray e Cicciolina), v’insegno perché dovete evitare il porno giapponese a prescindere.
Primo fra tutti: non sanno trombare, scopare, giocare alla cavallina, insomma quando vedono una donna sembra quasi la stuprino. Sì avete capito bene, gli si lanciano addosso con una violenza tale che mi stupisco come il film non si trasformi in un gore tipo Pussy Killer o giù di lì.
Le ragazze sono carine e brave nelle fellatio, ma hanno sempre quell’aria sofferente che ti ci arrapi solo se sei un maniaco sventratore.
Non nego d’aver giocato a strizzare l’anaconda con questi porni, ma non puoi cercare di scaricarti un film di Bleach da emule e beccarti invece il video di una tipa che le fanno lo sciampo con la sborra e il bagno di piscio.
Non è possibile cercare un film cosplay e beccarsi delle tipe sulla trentina che si fingono poppanti di 2 anni, con tanto di pannolino e che succhiano i cazzi come fossero biberòn. Qui siamo oltre il buon senso.
E no, non vi passo quel film, non gratis.
Lasciamo stare poi gli hentai… o gli yaoi… brrr… manga gay dove giovani ragazzi si fanno inchiappettare.
Non ho niente contro i froci, né contro i negri che se l’inculano, ma preferisco non vedere certa roba.

Giappone poi “nuova frontiera del porno!”Ma per favore, mentre noi ci scopiamo le nostre ragazze, loro se le fanno scopare dai tentacoli.

Il tentacle rape, un nuovo modo di fare tripla penetrazione da soli.
Se il tentacolo non è alieno allora non è bello.
Ma vogliamo parlare degli stupri?
Lìc’è un mercato dietro che non potete neanche immaginare.
Film registrati in modo da sembrare (e spero sia così) che le ragazze siano rapite e violentate o magari si fingono svenute, immobilizzate… MORTE!

mooooooooorteeeeeeeeee!
Finalmente ho capito, non dovevo fare il blogger, ma l’attore porno giapponese o al massimo il doppiatore di porno.
Se sei arrivato fino a qui e non hai ancora vomitato, sei invitato al mio torneo “2 girl, 1 cup, tutti a vomitar”.
Se ti è piaciuto l’articolo, batti un colpo, lascia un segno e aspetta quello nuovo.
La prossima volta forse prenderemo un hentai a caso, anzi no, lo faccio ora.
Voi sapete cosa sono le Doujin?
Manga amatoriali rilasciati dai circoli. Giovani disegnatori in erba, che creano storie alternative sui loro personaggi preferiti, il mercato che vende di più ovviamente è quello porno.
Trai miei ‘preferiti’ ci sono di sicuro gli Yuugai Tosho .
 
This is Japan, this is PRONZ, this is all what i want!
 
La trama è sempre la stessa.
Personaggi anime brutalmente stuprati e uccisi da strani tizi e/o compagni della serie.Dita rotte, arti mozzati, bulbi oculari eiaculanti…
La prossima volta magari continueremo a parlare di hentai, se avete qualche titolo in particolare o un fetish preferito ditelo pure, non giudico nessuno io.(Ruggiero Musciagna)

 

  • Blood Lunch, che è anche la risposta alla domanda "Cosa sarebbe venuto fuori se Twilight fosse stato scritto da un mangaka giapponese con una particolare predilezione per la penetrazione doppia?".E Dulce Report, perché dopo n-mila storie della serie "fratello copula con sorella sull'attico della scuola", un rip-off di Evangelion di 750 pagine con donne con 50 cm di cazzo ci sta tutta.