Tucker & Dale Vs Evil – Sembra un horror ma non è, serve a darti…

 
Soffrite di pregiudizi? Non ditemi che quando vedete un negro che fa’ l’elemosina non pensate che userà i soldi per andarsi a bucare; o che quando vedete una ragazza tornare dalla discoteca non abbia il culo più sfondato di Cicciolina dopo una notte equina; che quando un tipo v’insegue con la motosega come un forsennato poi vi voglia massacrare manco fosse Leatherface!
Tucker e Dale Vs Evil parla di due zoticoni terroni di quelli che sembrano usciti da un pezzo a caso degli Eyehategod, i quali hanno comprato una casa di villeggiatura nella campagna sperduta, non tenendo conto che forse quel luogo è stato teatro di macabri omicidi.

Nel frattempo il classico gruppo di sbarbi del liceo: lo sbarbo, il negro, la tettona, la protagonista non consapevole di esserlo e i soliti altri, hanno deciso di passare le loro vacanze, guarda caso, proprio nelle vicinanze di questo fantomatico luogo.
Potevano andare ad Avetrana, magari a Firenze, sulle macerie delle Torri Gemelle, ma no, meglio la casa di ‘sti due poveri cristi.
 
due poveri cristi… e mezzo
La protagonista che non sa di esserlo sviene durante il bagno nudo di mezzanotte e viene salvata dai due zoticoni, ma gli amici fraintendono… si lasciano prendere dai pregiudizi pensando a un rapimento e il resto è storia.
Sangue a go go, morti senza senso… un tipo si spara in testa togliendo la sicura… come cazzo fai?!
Come recitava Pollon: “sembra un horror ma non è; serve a darti l’allegria!”.
No aspetta, ma gli horror non fanno ridere, tranne quando sono film di serie C e li guardi con gli amici mentre sgranocchi pop corn e in tv si sbudellano cantando i Mortician.
Avete mai visto ad esempio In The Market?
questo qui…
C’era un film simile, una roba degli anni 80 che faceva ridere, questo invece fa schifo, sia chiaro.
Tucker & Dale no.
Non è un horror, forse può sembrarlo… se uno finisce in un trituratore e spiattella le sue cervella sulla faccia dell’amica urleresti: “cazzo faccio vedere a mio figlio?”.
Certo, fagli vedere Clerks 2 così impara qualcosa sulla promiscuità con gli asini!
gli asini promiscui
Su Tucker & Dale, il cattivo non sa di esserlo, perché sta troppo tempo a fare il Batman di turno dimenticandosi che oltre a non avere un Robin, il Jocker è morto.  Il buono sa di esserlo, ma gli fanno pesare il male come lui stesso lo fosse.
Ma io mi piaccio!
Sì, anche tu ci piaci.
V’innamorerete dei protagonisti, odierete quegli sbarbi.
Per una volta ho desiderato la morte di quelli che sono, sulla carta, i giovani sempre buoni. 
Perché siamo sinceri… ‘sti collegiani tutti usciti dal primo Scream hanno un po’ rotto il cazzo e ci io godo quando li vedo bruciare come una porchetta sul fuoco; maniaco?
 
È una storia d’amore, la realizzazione d’un sogno: vedere dei giovani morire come dei deficienti che hanno fallito l’esame di guida.
 
Per una serata perfetta: Birra, Birra, amici, Birra, dolci a volontà, Tucker & Dale Vs Evil e Birra.
(Ruggiero Musciagna)