GIAPPONESATE #16: IL NEOREALISMO GIAPPONESE, LADRI DI SELLINI DI BICICLETTE!

È in preparazione in Giappone il seguito del film Ladri di biciclette di Vittorio De Sica: Ladri di sellini di biciclette. Detta così la notizia sembra più allettante ma è vera solo a metà. Nella data del 24 Agosto, la polizia della prefettura di Kanagawa ha arrestato Joji Kondo per aver rubato tre sellini da bici elettriche femminili nel parcheggio di un condominio, attorno alle quattro del mattino. Dopo aver controllato l’appartamento di Kondo, sono stati ritrovati più di 200 sellini.

Secondo il rapporto della polizia, il criminale ha ammesso le sue colpe“L’ho fatto perché desideravo annusare il lieve profumo di donna.” MSN News Japan ha riportato che il 35enne ha ammesso anche“Adoro la consistenza del cuoio ed il suo odore, per cui mi viene voglia di leccarlo e annusarlo.” I tre sellini sono stati valutati attorno ai 18.000 yen(circa 136 euro) e gli altri 200 sono stati stimati oltre 1.200.000 yen (circa 9.100 euro). Secondo le investigazioni, i bersagli di Kondo erano quasi sempre bici con sellini per bambini, così da avere maggior sicurezza che la proprietaria fosse una donna. Niente di personale da ridire sull’accaduto. Ho avuto modo di sentirne di peggiori dal Sol Levante, però mi sorge una domanda: ma nel leccare il sellino non gli veniva il disgusto per il sapore del cuoio? Io più che leccare sellini, avrei leccato culi. (Ruggiero Musciagna)