A Bari si aggira un mostro. Come si può arrivare a tanto?

Non sono un grande amante degli animali e confesso che a volte le tirate moralistiche di tanti contatti su facebook mi lasciano perplesso. Si rischia di passare dalla totale insensibilità dei tipi della generazione di mio padre, capaci di tenere i cani in gabbia per mesi e di picchiarli per insegnar loro a star buoni e in silenzio, a una nuova generazione di ipersensibili che massaggiano i testicoli di un segugio tutte le sere prima di andare a dormire.

In questo caso però qualche bastardo è riuscito a tirar fuori il demone animalista che c’è in me. Come cazzo si può arrivare a una cosa così orribile, crudele, vigliacca? Neanche Josef Mengele ci aveva pensato e se l’avesse fatto sono sicuro che l’avrebbero cacciato a calci nel culo dal campo di concentramento. Un cane cresciuto in una gabbia per canarini. Non si sa chi sia il colpevole, ovviamente. La cucciola di cinque mesi, chiamata Natalina è stata ritrovata da alcuni ragazzi nei pressi della fermata di un autobus. Il responsabile rischia fino a 15 mila euro di multa e 3 anni di reclusione. Solo? A Bari si aggira un mostro, Ruggiero fai qualcosa.