Odio l’estate, ma non vuol dire che mi piaccia l’inverno

Dovrebbero abolire internet d’estate, o almeno i blog. Dovrebbero abolire la vita durante l’estate, o almeno la possibilità di esprimersi in forma fisica tridimensionale. Insomma, io odio l’estate.

Questa domenica rifletto su amore e Messico con i Georgia Satellites nelle orecchie

Ascoltando i Georgia Satellites – Sweet Blue Midnight Succede che Rick, il chitarrista e cantante dei Georgia Satellites, si lascia con la moglie. E sparisce. Se ne va non si sa dove in Messico. Sapete […]

Life Is A Really Heavy Life – ovvero se vi trovate nella merda siate la pala di voi stessi!

Salve sdangheri da strapazzo che non siete altro… post domenicale del giovedì; visto che non riesco più a scriverne di domenica provo a fregarmi così. Inizia l’estate e come sempre il blogger si domanda se […]

L’amore alla fine del tunnel dell’amore!

Non so davvero quando avrei scritto questo pezzo e onestamente per un po’ ho creduto di non scriverlo mai. No, non sto chiudendo Sdangher! Tranquillizzatevi voi che ci amate e ficcatevi nel culo questa speranza, […]

Hardbass una nuova religione

Qualcuno potrebbe asserire che la situazione mi sia sfuggita di mano, altri invece che stia solo seguendo il percorso degli eventi, ma è cosa certa che ormai la cultura slava più che altre ha preso […]

Singletudine ai tempi dei social – Considerazioni di un padrecavallo guardone!

Oggi si parla di social e cavalli. – Beh, sono due settimane che salto (hoppy hop!) la rubrica della domenica e sebbene con Cavallo goloso siamo convinti sia meglio evitarla se non si abbia un’autentica […]

Il metal e la crisi di mezza età del metal!

Qui a Sdangher ci siamo lagnati per anni di quelle giovani band travestite da Exodus che giocavano al cosplaying metal; dei vecchi e bolsi grupponi che non si scioglievano più anche se continuavano a fare […]

A sei mesi dalla rottura continuo a trottare avanti!

Buongiorno, miei cari equinidi. Qui è il Padrecavallo che vi scrive, ancora adagiato nel pagliericcio dopo una notte passata a sognare vecchi amici irrecuperabili e grandi amori ormai conclusi. Quando mi riprendo da questo genere […]

Lo chiamavano “Er carnaro”… ma era tutta un’illusione

Quando mi domandano che lavoro fai, io rispondo così: l’autista. Poi mi sento di dover specificare meglio e aggiungo: consegno la carne nelle macellerie e nei negozi. Di questi tempi non nascondo di sentirmi un […]