Articoli

Venti anni e sentirli eccome per i Bible Of The Devil

Feel It è un disco dei Bible Of The Devil uscito nel 2019.

Questo è il posto in cui è nato Feel It. Si tratta dell’Electrical Audio e Jamdek Studios di Chicago. Qua dentro, Greg Spalding, Nate Perry, Darren Amaya e Cristopher Grubbs hanno sudato, scorreggiato, ruttato e imprecato, cavato fuori le rape dall’anima e portato a casa il loro ottavo album. Continua a Leggere

Articoli

SHREDDERS, CALCIATORI & SUPER-PREDATORI…

Il termine inglese “shredder” significa letteralmente “trituratore” e viene additato perlopiù agli acrobati delle 6/7/8/15/16 (!) corde della chitarra, strumento musicale cordofono a pizzico di probabile origine indo / arabo / persiana la cui genesi e storia risale al lontano Medioevo con i suoi liutai e menestrelli fino al barocco; qualche nome rilevante: Francesco Corbetta, Gaspar Sanz, Francesco Molino, Ferdinando Carulli, Fernando Sor, Mauro Giuliani, Dionisio Aguado, Napoleon Coste, lo slovacco Johann Kaspar Mertz, Giulio Regondi (chitarra romantica) e ancora Luigi Mozzani compositore e liutaio… et alii. Continua a Leggere

Recensioni Supernatural Horse Machine

Devil Within – Dark Supremacy

Devil Within

Dark Supremacy è un disco dei Devil Within prodotto dalla Ichigeki Records

Padrecavallo mi ha eletto ambasciatore del metallo in Giappone, che tradotto vuol :sono l’unico che ne può capire qualcosa di metallo e non solo orientale.

Ma Cavallo Goloso Sama, noi siamo solo dei poveri ignoranti innanzi alla tua immensa saggezza sull’oriente, come possiamo quindi essere degni di leggere le tue recensioni?
Semplice, alla fine di ogni mia lezione rimarrete sempre degli ignoranti maledetti, ma che avranno a differenza di altri, la possibilità di vantarvi con la tipa, o il tipo (perché non vi giudico) al fine di sniffargli le mutande vecchie di tre settimane. Continua a Leggere

La Truebrica del fantino Recensioni

Roadhorse-hard rock elaborato e performante!

Roadhorse

88 Cubes è un disco dei Roadhorse del 2014.

Quando Padrecavallo ha visto una copertina raffigurante motore e serbatoio di una vecchia Harley Davidson Shovelhead non ha avuto dubbio alcuno, e ha giustamente pensato al qui presente centauro per recensire questo bel disco dei Roadhorse, goduriosa opera dal suono grezzo e venato di rock’n’roll, una gioiosa via di mezzo tra i Motorhead e gli ZZ Top più potenti. Continua a Leggere

Articoli Interviste Sdanghere

Io Ho Gravi Malattie e voi?! – L’intervista

Intervista a Ho Gravi Malattie, progetto noise di all’insegna della setticemia e della malasanità più barbina. Domande a cura dell’infettivo cavallo goloso Ruggiero Musciagna.

1-La prima domanda è sempre la più stupida, quindi dritti al sodo. Che ne dici di presentarti al pubblico? Chi è Ho Gravi Malattie, e perché si chiama Ho Gravi Malattie? Di che gravi malattie devo avere paura?

Mi han suggerito di evitare queste domande con astuzia felina, vediamo cosa si può dire. Dunque, HgM è un anziano condominio, che sta più di là che di qua. Per il nome devo raccontarvi una breve storiella. HgM è il nickname da quando avevo circa 10 anni, ho sempre usato questo, sicché, nel 2002/2003, mentre cazzeggiavo su un forum di musica ormai defunto, una giovane utente mi chiese quale fosse il significato delle tre lettere, le risposi ‘a te che suggeriscono?’, e in un microsecondo la risposta fu Ho.Gravi.Malattie. Risi così tanto che me ne appropriai, anche se il vero significato potete trovarlo nella Tavola Periodica degli Elementi. Malattie da cui stare alla larga? La solitudine: è invisibile, non ha odore, l’avverti, sai come curarla ma ti fa fare comunque brutte cose. Continua a Leggere

Pascolando

La sensibile intelligenza dei Social Network

Social Burning

Il rogo di Notre-Dame è la notizia del momento e i social (come per ogni evento social) manifestano dissenso, consenso, assenso e nonsenso, a seconda del tipo di tastiera e soprattutto del livello di intelligenza.

La sensibilità è intelligenza. Per essere buoni e capire gli altri occorre un cervello, anche se qualcuno tira in ballo il cuore. Ma non sempre chi rifiuta di capire il dolore e il dispiacere altrui è stupido, magari è solo stanco di tanto sentimentalismo mimetico.

Cosa è il sentimentalismo mimetico? Dire che ami qualcosa o qualcuno che non ami ma che amano gli altri solo per essere mescolato a quegli altri agli occhi… tuoi. Continua a Leggere

Articoli

L’Ottava stagione di Game of Thrones e il concorso Indovina la salma!

game of thrones

Game Of Thrones – Ottava stagione

Quando il Trono di Spade torna con irruenza in tv, nella mia vita tutto assume tinte differenti.

Mia moglie, strenua sostenitrice Targaryen, diventa una fan della verginella biondina (che nella serie è già stata sedotta almeno cinque o sei volte, ma continua ad avere quell’espressione con gli occhioni innocenti) che condanna la schiavitù ma marcia alla testa di un esercito di fanatici castrati (per evitare distrazioni). Io mi aggiro per il garage con aria burbera bofonchiando cose sul Nord “che ricorda” e tracannando brodaglie contro il freddo dell’inverno che arriva. Continua a Leggere

Pascolando

Jonas Åkerlund, Spun, le bugie e le verità!

spun

Spun è un film di Jonas Åkerlund, uscito nel 2002.

Jonas Åkerlund è il regista di Lords Of Chaos, esatto. Se c’è una cosa che mi ha sorpreso in positivo di quel film è la frase di lancio: Tratto da verità e bugie. Perfetto per definire il libro di Moynihan e Soderlind, un faldone di cronaca vera, vaneggiamenti artistici, dicerie e inesattezze che per anni è stato la base di ogni discussione sul black metal norvegese fuori da Oslo. Continua a Leggere