Interviste Sdanghere

INCONTRI RAVVICINATI – INTERVISTA A ENZO RIZZI

1 – La prima volta che hai guadagnato dei soldi con i disegni e quanto? 

ER: La prima volta (che non si scorda mai) è stato con la rivista heavy metal “FLASH”. Ricevetti un assegno, credo di 300 mila lire circa, riferito ad un lungo periodo di collaborazione. Grande emozione, naturalmente ( conservo ancora la matrice dell’assegno) ,anche se in realtà, mi sarebbe spettato molto di più…eheheh!


2 – Il momento più imbarazzante della tua vita?
ER: Quando entrai in una farmacia per comprare dei profilattici e per errore mi rivolsi ad un altro cliente, solo perchè avevo visto che indossava una camicia bianca (che io scambiai per un camice). Sfumò così la mia speranza di “passare inosservato”…


3 – Il disco che ha cambiato la tua vita?
ER: Piuttosto quello che mi ha avvicinato al rock/metal…”ALIVE I” dei KISS.


4 – Hai mai rubato in un negozio di dischi?
ER: Certo che si…ma tante…tante volte! Anzi…non mi limitavo al disco…di solito, quando c’era confusione, nel disco inserivo anche delle riviste (KERRANG, nello specifico). Il tutto finiva sotto il classico giubottone invernale.


5 – Precedenti lavori che hai fatto?
ER: Incisore orafo, grafico pubblicitario, rappresentante, insegnante di Lingua Inglese, proprietario di un negozio di T-Shirt e stampe. Da tanti anni oramai consulente automobilistico


6 – Qual è il tuo peggior ricordo d’infanzia?
ER: Ci fu un periodo in cui, nel cuore della notte svegliavo i miei genitore a causa della presenza di un fantasma che mi guardava dalla soglia della mia cameretta mentre io cercavo di addormentarmi.

7 – Cosa pensa la tua famiglia di Heavy Bone?
ER: Seguono da sempre la “crescita” del personaggio con la mia stessa passione, stesso coinvolgimento ed entusiasmo.


8 – C’è una recensione negativa che ti ha particolarmente ferito?
ER: “Heavy Bone” non è stato mai recensito negativamente. Solo in un occasione chiesi a Giuseppe Palumbo di scrivere una prefazione ad uno dei volumetti della prima serie e lui mi inviò una recensione nella quale non ebbe pietà di tutti i miei limiti….Non ebbi mai il coraggio di pubbblicare quello scritto ma feci comunque tesoro di tutti i consigli che lo scritto conteneva. Sono però convinto che quando la prima recensione negativa arriverà, sarà opera di un appassionato di Hip-Hop o di chessò…un fan di Shakira… 9 – Hai mai avuto problemi con la legge?
ER: Per ora no…FiuUUU!


10 – C’è qualcosa nel tuo passato di disegnatore che hai fatto esclusivamente per soldi?
ER: Si…quando lavoravo come grafico pubblicitario ero costretto a ideare e realizzare loghi per macellerie e salumerie…un vero e proprio shock…però venivo pagato e allora…


10 – Il periodo più difficile della tua carriera?
ER: Se ti riferisci a quella di disegnatore, non ho mai avuto momenti difficili perchè per secoli ho frequentato solo l’underground che ti permette di disegnare solo ciò che vuoi, per il piacere di farlo.


11 – Quali sono i tuoi articoli sessuali preferiti?
ER: Stivaloni in lattex.


12 – C’è una rockstar che proprio non sopporti?
ER: Non sopporto le rockstar che non rispettano i fan.


13 – Quali sono i tre più grandi fumettisti della storia?
ER: Quelli che con le loro opere hanno innalzato il fumetto al livello della letteratura. Non sono pochi…citerei Artur Spiegelman con il suo “Maus”, Joe Kubert con “Fax da Saraievo”, Brian Talbot con “La storia del topo cattivo”.


14 – Dimmi la line-up della band dei tuoi sogni
ER: Jimi Hendrix alla chitarra, Steven Tyler alla voce, John Bonham alla batteria e John Entwistlle degli Who al basso.


15 – Cosa ascolti quando disegni?
ER: Hard-rock anni 70, Glam, street-rock. Se ho fretta e voglio disegnare più velocemente, mi basta ascoltare gli Slayer.


16 – Hai qualche rimpianto esistenziale?
ER: No. Vorrei solo non aver scoperto che a disegnare fumetti non si diventa ricchi.


17 – Hai mai pensato di farti prete?
ER: No.


18 – Hai mai pensato di disegnare fumetti porno?
ER: Si. Intorno ai diciotto anni, quando era ancora vivo il ricordo di letture come “Sukia”, “Walalla”, “Isabella”, “Vartan”.


19 – L’esperienza sessuale più bizzarra?
ER: Ecco…qui sono costretto a non risponderti…



20 – Quando hai perso la verginità e con chi o cosa?
ER: Ho perso la verginità durante la mia adolescenza naturalmente con una bella ragazza.


21 – La tua perversione preferita?
ER: Ecco…qui sono costretto a non risponderti…


22 – Un musicista famoso che hai incontrato e che non vorresti più nemmeno veder disegnato?
ER: Non posso svelarti il nome ma sono rimasto colpito dall’ ignoranza di un noto musicista italiano con cui tempo fa scambiai due chiaccere al telefono.


23 – Ti sei stupito quando Halford ha ammesso la propria omosessualità?
ER: No, per niente. L’ho però sfrutatta per farlo diventare un personaggio del mio fumetto, Mr. Brownstone, narco-trafficante maniaco psicopatico e gay ( in una delle storie della miniserie Halford/Mr. Brownstone rapisce e sodomizza addirittura Michael Jackson).


24 – Per un’Italia migliore voteresti Grillo, Richard Benson o Chtulhu?
ER: Chtulhu!


25 – Usi mai i fumetti per sfogare le tue smanie sessuali?
ER: Da ragazzino sì…l’ho fatto.


26 – In quale animale ti identifichi?
ER: Vorrei identificarmi in una pantera nera ma come carattere ed aspetto credo di avvicinarmi più ad un pastore tedesco…eheheh!


27 – Quanto tempo dedichi alla tua arte, ogni giorno?
ER: In questo periodo mi alzo alle 6 di mattina per dedicare un oretta al disegno prima di prepararmi per andare in ufficio, poi due ore nel pomeriggio ed un oretta la sera.

28 – Quando non dormi la notte cosa fai?
ER: La notte dormo per recuperare le forze inquanto le giornate sono sempre impegnative.


29 – Pensi che sia utile a un artista avere qualche dipendenza tossica?
ER: Guarda…non bevo e non fumo…eppure alcuni episodi di Heavy Bone sembrano scritti da una mente allucinata…a quanto pare non ho mai avuto bisogno di “aiutini artificiali”.


30 – Cosa non ti piace di questo folle e schifoso mondo?
ER: Non mi piacciono le lobby e le mutlinazionali che controllano ed influenzano le nostre vite. Non mi piace il marcio e la corruzione che sono oramai le fondamenta su cui poggia questo” folle e schifoso mondo”.


31 – Cosa ne pensi di Dylan Dog?
ER: Una istituzione.


34 – Ti piacerebbe sei i Pantera si mettessero con Zakk Wylde?
ER: Potenza assoluta!


35 – Qual è il tuo piatto preferito?
ER: Risotto ai frutti di mare.

36 – Hai mai picchiato qualcuno?
ER: Si, da ragazzino per difendere un’amica.



37 – Cosa non ti piace più di tutto quello che hai creato? C’è qualcosa che cancelleresti dalla memoria collettiva, se solo potessi?
ER: Niente! “Heavy Bone” è sempre stato un B-comic…nel bene e nel male.



38 – Cosa ne pensi dei Manowar?
ER: Non sono mai riusciti a coinvolgermi.


39 – Definisciti con un insulto.
ER: Pesante e pedante.


40 – La tua paura più grande?
ER: Perdere l’affetto delle persone alle quali voglio bene.


41 – Se fossi d’improvviso un uomo invisibile, chi andresti a molestare?
ER: Molestare mai…magari farei dell’altro.


42 – Credi alla non violenza? 

ER: Certo che ci credo.


43 – Se ti offrissero una bella cifra, disegneresti la storia a fumetti di Silvio Berlusconi scritta da lui medesimo con supervisione di Emilio Fede? 
ER: Certo che si.


44 – Hai mai pensato di smettere con i fumetti? 
ER: No, impossibile. Scrivere e disegnare Heavy Bone mi rende il ragazzino più felice del mondo,


45 – Ti è mai capitato di conoscere un tuo mito e vederlo crollare davanti a te? 
ER: No.


46 – Credi in un dio? 
ER: Qualche Dio ci sarà ma non sono ancora riuscito ad individuarlo.


47 – Credi in Alice Cooper? 

ER: Ho un debole per Alice ( e per Steven Tyler).



48 – Hai mai pensato di uccidere artisticamente Heavy Bone? 

ER: No….prima “dovrà arrivare al cinema”.


49 – Come ti piacerebbe morire? 
ER: Nel sonno.


50 – Heavy Bone verrà mai a far fuori qualche pezzo grosso dell’industria discografica italiana? 
ER: Si.


51 – Dimmi qualcosa di tremendamente metallaro.
ER: Stay Heavy (Bone)!


52 – Non ne puoi più di questa intervista?
ER: Diciamo che alcune domande mi hanno rotto le palle….la maggior parte erano però interessanti ed originali, complimenti!  CHI E’ “HEAVY BONE “?
HEAVY BONE NON E’ UN PERSONAGGIO QUALUNQUE. HEAVY BONE E’ UNO ZOMBIE IN JEANS ATTILLATI E STIVALI, PUZZA COME PUO’ PUZZARE SOLO UN CADAVERE AMBULANTE CHE NON VEDE LA DOCCIA DA CINQUANT’ANNI, VOMITA ACIDO, PORTA NEL SUO PANCINO DUE
SIMPATICHE BESTIOLINE ZANNUTE DI NOME “ROCK” E “ROLL” ED E’ UN KILLER DI ROCKSTARS. 

AVETE CAPITO BENE: CHI PENSATECHE ABBIA FATTO FUORI JIM MORRISON, JIMI HENDRIX, JANIS JOPLIN E TUTTE ( E QUANDO DICO ‘TUTTE’ INTENDO PROPRIO TUTTE) LE ALTRE FIGURE PIU’ O MENO IMPORTANTI DEL PANORAMA ROCK, DAGLI ALBORI AD OGGI ? NO CARI, NON SI E’ TRATTATO DI INCIDENTI. DA ROBERT JOHNSON IN POI, UNO ED UNO SOLO E’ IL RESPONSABILE DI QUESTO STILLICIDIO DI MORTI ECCELLENTI.
AL SERVIZIO NIENTEPOPODIMENO CHE DI SUA MAESTA’ INFERNALE IN PERSONA, HEAVY BONE HA SVOLTO E SEMPRE SVOLGERA’ IL SUO COMPITO CON IMPLACABILE EFFICIENZA E BRUTALE SADISMO.

per info: metalsound@libero.it

Ti potrebbe interessare anche