Editoriali Pascolando

I PREDATORI DEL CD DEGLI AC/DC E IL DESTINO DEL MONDO UNITED

Che dire, c’è qualcosa di poetico in questi due idioti neozelandesi che brandendo una spada e un machete sono entrati in casa di un tizio per rubargli un cd degli AC/DC. Insomma, non può essere tutto così assurdo e ridicolo. C’è qualcosa di più. Questi due sono eroi di un mondo tutto loro e quel cd deve avere poteri che non osiamo immaginare.

E chi è colui che lo teneva in casa, quali intenzioni aveva su come usarlo, a fin di bene o a fin di male? E ora le autorità glielo restituiranno senza prima farlo passare al vaglio da qualche esperto di cd paranormali o cose del genere? Scommetto che quando i polizziotti gli restituiranno il cd, con fare impacciato, il tipo scuoterà la testa finché non avrà chiuso la porta di casa, poi una volta solo con il cd tra le dita, se lo avvicinerà al petto e assumerà un’espressione malvagia o benefica (dipende dalle sue intenzioni effettive). 
Ehi vi giuro che non ne so niente di questa storia, ok?
Insomma, quei due che hanno impugnato armi degne di un film di Conan, cosa ci volevano fare con il CD? Penso a due tipi come i Tenacious D e/o i predatori del CD del destino del mondo, una cosa del genere e trovo questa storia sempre più intrippante. Purtroppo le notizie che ci arrivano sono di una povertà deprimente. Tutti i siti si limitano a riportare la stessa notizia, poche righe folli e grottesche. E noi possiamo solo lasciarci andare a delle inutili congetture. Uno dei due tipi si chiama Peter Tapine e l’altro Jackson Huata, il primo ha 37 e il secondo  47 anni.
Non dimenticate che gli AC/DC sono satanici
Non si sa niente di più specifico ed è impossibile riuscire a farcelo bastare ma la nostra immaginazione reclama maggiori dettagli. Chi è il proprietario della casa dove i due hanno fatto irruzione? Perché erano armati in quel modo? Che cd era? Back in Black, Razor’s Edge o Highway to Hell? Tutti i siti e blog che si sono occupati in maniera davvero superficiale della notizia, hanno messo la copertina di Jailbreak ’74, ma senza confermare all’interno dell’articolo se sia quello l’album oppure no. Pare di no, in effetti. Che poi qualcuno dirà: è inutile specificare quale cd è, stiamo parlando degli AC/DC: sono tutti uguali. Un paio di Young ma non è questo il punto.
Insomma, possibile che sia l’unico a essere sconvolto da una simile notizia? Il mondo non può essere così idiota, deve per forza trovarsi della passione dietro a quella spada e quel machete e soprattutto deve esserci qualcosa di speciale dentro a quel cd. Qualcuno dovrebbe parlarne con gli AC/DC, come minimo. 
 
Lapalissiano: Angus Young è il Moderno Dio Pan
(Francesco “fatevifotteredaunrinocerontecattivoCeccamea)

Ti potrebbe interessare anche

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.