Editoriali Pascolando

Arte sdangherata: El Ojo del Culo, museo Serralves Porto

Visto che il mio rientro in forze a Sdangher è passato in sordina, nemmeno un “bentornata” o un “uffa che palle questa” nonostante il mio articolo sulla vomit painter. Stavolta cercherò di farmi notare con una mostra sui buchi di culo ( si può dire buhodihulo?).

Bene, ora che ho la vostra attenzione, posso dirvi che è questa è una bufala, non c’è mai stata e mai ci sarà una mostra dedicata agli orifizi anali sebbene con i tempi che corrono non sia da escludere.

Questa è quella che possiamo definire una notizia HOAX che tradotto dall’ inglese significa più o meno ” brutto coglione controlla le tue fonti prima di condividere notizie fasulle”. Le foto che girano in rete sono visibilmente ritoccate al computer e un occhio attento, quale io non sono, potrebbe dirvi pure con quale programma grafico. Il museo Serravales di Porto  cerca ormai da 4 anni di far capire alla gente che la mostra in questione non esiste e ovviamente in rete non si trovano ulteriori informazioni riguardo all’autore o al curatore della mostra.

Io ammetto candidamente di esserci cascata. Per me era una normalissima e possibilissima mostra d’arte moderna per quanto assurda. Perché possiamo star qui a chiederci se le scatolette di merda di Manzoni sono arte anche un buco di culo può esserlo. O il buco di culo è l’artista?

Ti potrebbe interessare anche