La Truebrica del fantino

Zimmers Hole – Una band che dovete conoscere

zimmers hole

Un vero peccato che gli Zimmers Hole siano stati dimenticati in qualche congelatore nelle segrete del signor Townsend e non se ne sappia più nulla, perché erano fichi e il loro terzo disco, sebbene ancora molto influenzato dal discorso Strapping, con quel demone meraviglioso di Chris Valageo, spaccavano di brutto. Nonostante tutti gli sforzi di apparire però come una creatura indipendente dalle bizze creative di quel lunatico di Devin, oggi appaiono come un piacevole e chiassoso diversivo degli anni in cui il cantante tirava avanti con dolenti scrupoli di coscienza il discorso di per sé parodistico degli Strapping. Diciamo che usando un parallelo con i cinema horror gli Zimmers Hole stanno ai Lad come Scary Movie sta a Scream. Il modello di partenza esasperava già abbastanza il discorso sul genere di riferimento per doverci mettere un ulteriore carico di ironia, però funzionavano, cazzo. Gli Zimmers erano una roba più semplice ed easy. Mescolavano davvero tutto il metal fregandosene della coerenza stilistica e del futuro (infatti sono morti e dimenticati, ma questo conta poco)

Certo, era difficile non pensare a Devin Townsend, visto che ci metteva lo zampino come produttore e offriva una licenza premio alla sua band (la formazione di fatto era quella degli Strapping senza di lui e con un singer che a tratti gli faceva il verso), però gli Zimmers erano più metal classico. In brani come 1312 si possono sentire i Riot esasperati di The Privilege Of Power e negli acuti melliflui (che cazzata) di Valageo ci sono gli echi del bravissimo e ultradimenticato Flemming Ronsdorf, voce dello stupendo mini-classico degli Arthillery By Inheritance.

E poi ci sono i Manowar (Hair Doesn’t Grow On Steel) , i Metallica (We Rule The Fucking Land), i Morbid Angel (What’s My Name… Evil!) ma il collante è sempre l’esasperazione, l’isterismo vocale e ritmico alla Townsend. Rispetto a molti altri dischi metallici esplicitamente cazzoni o canadesi, questo funziona benone anche ignorando la componente scema e demente dei testi. In fondo i Primal Fear vorrebbero fare una roba così ma non hanno le palle per riuscirci.

Ti potrebbe interessare anche

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.