Articoli Il Manuale del Perfetto Pornografo

Ava Koxxx – Il British Style di una gran bella cavallona!

Ava Koxxx è un’attrice britannica nata nel 1985. Ha esordito nel mondo del porno a 28 anni e ora che ne ha quanti il nazareno al momento clou della sua missione sulla terra, è una milf conclamata. Parlarne su Sdangher è d’obbligo anche per via del suo aspetto equino. Basta guardare la dentatura, che rispetto alla media Inglese è un miracolo di armonia, ma che per gli standard mondiali è piuttosto pronunciata e il più delle volte, specie nel momento di massimo godimento, le concede un’aria da cavallo strafatto.E cavallona lo è anche per tutto il resto: altezza 1 e 91, gambona, portamento dinoccolato, attitudine rapsodica. Le sue caratteristiche vincenti sono l’autorità soldatesca con cui imbriglia i suoi partner, sovente più piccoli di lei, gracilini e timidi; e l’accento british molto forte.

Le attrici inglesi hanno di solito una proprietà di linguaggio notevole per gli standard di un set pornografico. Difficilmente se la sbrigano con le solite battute da porcòne. Alla fine non dicono nient’altro che “sbattimi” o “scopami” però lo fanno in modo diverso, più ricercato e con una pronuncia che suona più viva.

A parte che talvolta è proprio la pessima dizione e lo scarso vocabolario a determinare un notevole livello di eccitazione nel pubblico (ricordo con gran trasporto una moldava che ripeteva a oltranza “kom tu mai pantinailonz”) ma le Inglesi sanno davvero come chiedere al partner, e nei dettagli, cosa desiderano per il raggiungimento del proprio piacere.

Ava Koxxx ha due battute imprescindibili e una capacità di improvvisazione sorprendente. Lei dice “Harder!” (pronunciato hadah!) e soprattutto “Fuck Me!” che dice “fokk mei!”, spesso accentandolo con un bel ceffone in faccia del poco determinato maschio. Questo Fockmei penso dipenda dal fatto che è di Manchester, lì la calata si chiama Mancunian e probabilmente dicono tutte così: fock!

Il seno (finto) lo usa spesso come contrappunto nelle scene a pecorina, quando richiamando l’attenzione dell’omo alle spalle, comanda di sbatterla talmente forte da non lasciare che le tette smettano di saltare avanti e indietro: “Let’em Bounce!”, “Let’em Bounce!”

Questa è classe!

Ti potrebbe interessare anche

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.