Articoli

L’Ottava stagione di Game of Thrones e il concorso Indovina la salma!

game of thrones

Game Of Thrones – Ottava stagione

Quando il Trono di Spade torna con irruenza in tv, nella mia vita tutto assume tinte differenti.

Mia moglie, strenua sostenitrice Targaryen, diventa una fan della verginella biondina (che nella serie è già stata sedotta almeno cinque o sei volte, ma continua ad avere quell’espressione con gli occhioni innocenti) che condanna la schiavitù ma marcia alla testa di un esercito di fanatici castrati (per evitare distrazioni). Io mi aggiro per il garage con aria burbera bofonchiando cose sul Nord “che ricorda” e tracannando brodaglie contro il freddo dell’inverno che arriva.

Non che il mondo non capisca, anzi, ovunque si vedono facce da malati di GoT (Game of Thrones) come noi (non fate finta di niente, siamo in tanti ad amare questa serie) gli episodi sono qualcosa di spasmodicamente atteso e le sorti dei protagonisti (i pochi sopravvissuti alla furia omicida di Mr. Martin) influenzano le nostre giornate.

La fortunata serie che vede diverse casate in lotta per il predominio allearsi e combattersi a suon di tradimenti, attentati e carognate, tutte in corsa per un solo trono che vale il predominio su tutti gli altri Regni, si avvicina alla conclusione.

Dopo anni siamo giunti all’ottava stagione e la produzione pare abbia deciso che è tempo di mettere la parola fine alla serie. Ovviamente il primo episodio, uscito in lingua originale ieri notte (stamattina alle tre) in contemporanea o quasi agli States, non poteva non tenermi sveglio!

Temete lo spoiler? Fate bene, carogna come sono non vedevo l’ora di spifferare tutto ma credo che vi lascerò vedere la puntata odierna in santa pace in lingua italiana, tradotta per voi e tutta bella nuova. No, non sono diventato meno perfido, ma amo troppo questa storia: se me la rovinaste vi odierei, non voglio essere io il primo a fare la spia!

In questo primo episodio ci sono proprio tutti quelli che contano davvero: Jon Snow che ha rinunciato al trono per Daenerys e poi le ha pure dato una bottarella (e adesso?); Sam Tully che scopre cose a pacchi; Bran Stark che pare sempre più il signor Spock della situazione; Arya e Sansa, sempre più diverse e vicine tra loro; Cersey Lannister stronza come non mai ma sempre più gnocca…

E gli estranei? Che fanno i nostri amici con gli occhi luminosi e il gelo nel sangue? Mah, dopo aver schiantato la Barriera arrivano anche loro, minaccia che rischia di unire i Regni, almeno in teoria.

Il Trono di Spade si riconferma come serie più heavy metal di sempre, violenta e potente, piena di cambi di punti di vista, interessante nella sua evoluzione. Non per niente se riunite tutti i volumi scritti da George R.R.Martin ne otterrete una sorta di enciclopedia di sette volumi, spesso suddivisi a loro volta in diverse edizioni vista la notevole lunghezza.

A oggi, l’adattamento in serie somma circa 67 episodi, per chi non li avesse contati, che non sono certo pochi! Nel dipanarsi delle vicende è stato tratteggiato un mondo interessante, dove elementi misteriosi si mescolano a situazioni perfettamente credibili creando uno scenario affascinante e avvincente.

Questa ottava stagione lascia presagire di essere la più complessa di sempre, ma la vera domanda che ci assale è la stessa di tutti gli aficionados della serie: chi cazzo morirà per primo? Si perché “indovina la salma” è lo sport nazionale degli spettatori di GoT, vista soprattutto la terribile tendenza a fare schiattare i nostri beniamini che affligge il malvagerrimo signor Martin.

Io ancora sono triste per Ned Stark, primo cadavere illustre della serie, quindi non me ne vogliate ma so bene chi vorrei vedere freddo e steso! I colpi di scena cominciano da subito, lo vedrà chi, stasera, si lancerà nella visione. E fidatevi, non andate a guardare gli spoiler, lo rimpiangereste amaramente.

Buona visione!

Ti potrebbe interessare anche

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.