Articoli Le Sdanghere di Sdenghere

Jada Pinkett Smith tra porno e metal!

jada pinkett smith

Sapete chi è Jada Pinkett Smith? Ve lo dico io in ordine di popolarità.

1 – La moglie di Will Smith.

2 – Un’attrice. Forse ve la ricorderete in Scream 2, Collateral, Alì, Il professore Matto e qualche Man In Black col marito.

3 – La cantante della band nu metal Wicked Winsdom.

Siccome siamo a Sdangher. com, di tutto questo ben di dio siamo interessati solo al suo trascorso come singer di una band metal (col prefisso nu ma sempre metal) e alla sua dipendenza da porno.

Jada Pinkett Smith e la dipendenza da porno

dipendenza pornoEsatto, la figosa Jada Pinkett Smith, l’ha ammesso durante una trasmissione che si chiama Red Table Talk. In questo show in cui della gente famosa si siede intorno a un tavolinetto tondo di colore rosso e parla del più e del meno, ha sganciato la bomba. Bum! “Ero dipendente dal porno. Parliamone”.

Capisco che questo post possa sembrarvi sessista ma a volte le impressioni sono quelle giuste. Io sono sessista. Voglio migliorarmi. Da domani, ok? Per ora mi soffermo su questa bella panterona nera e me la immagino sola in casa, triste e sperduta, durante una fase di stallo della sua vita sentimentale. Fuori fa caldo e lei non sa come passare il pomeriggio. Nonostante abbia fatto tardi a toccarsi guardando porno, si sdraia sul letto, scosta le lenzuola di seta blu e googla free porn movie.

jada

Porn Dope is the new black

La capisco. Ci sono passato. La Porn Dope è diffusissima. Se ne esce, come da ogni dipendenza. Jada Pinkett Smith ne è venuta fuori e ora vede quell’insana passione come una cosa vacua e deprimente. Buon per lei. Io trovo invece che il porno abbia i suoi aspetti positivi. Colpevolizzarlo è ingiusto. Non si vede l’insieme quando si fa così.

La società in cui viviamo ha creato la mania per il porno. Si tratta di un effetto della repressione sessuale. Se volete una società così, dove in genere nessuno vi salta al culo appena uscite di casa, dovete accettare porno e prostituzione. La sempre maggiore voglia di sesso è un prodotto del turbocapitalismo, ok? Abbiamo voglia di scopare perché questa è connessa al nostro bisogno di consumo. Togliere il porno non è sensato. Se lo si volesse fare bisognerebbe risolvere la questione a monte, vale a dire il sistema economico di merda che ci sta mandando tutti in un buco nero. Lo so che come scrivo monte voi pensiate a Venere. Repressi inguaribili che siete!

                                                       

Il nu metal dei Wicked Wisdom

Ma torniamo a Jada Pinkett Smith. E passiamo alla sua insana passione per il nu metal. Tra le due cose io sceglierei sempre il porno. Lei invece si è spesa tanto per la musica. I Wicked Wisdom li ha fondati lei. E devo ammettere che hanno un nome cazzuto. Come progetto consumano la loro breve vita tra il 2002 e il 2006. Nel mezzo ci fu pure una partecipazione all’Ozzfest, sapete? Ma non funzionarono mai.

E così Jada, decide di voltare pagina e arrendersi? Giammai! Nel 2011 o giù di lì ha avviato un nuovo percorso discografico chiamato Wicked Evolution, molto più rock e sperimentale rispetto al bieco nu metal dei Wisdom. Quello non andava neanche a zampate. Con il nuovo gruppo è come se non gliene fregasse neanche di andare da qualche parte. Lo fa perché le piace. Si sente e si vede dai clip che potete trovare sul tubo. A me piace la roba dei Wicked Evolution. E trovo che lei sia enorme. Carismatica, potente, selvatica milfona ex amica del porno! Wow, mi dichiaro fan.

Che dirvi, mi si apre un mondo. Jada Pinkett Smith è una che ha classe. Può fare la moglie di un super Vip

jada pinkett smith

e allo stesso tempo si sbatte sui palchi metallari.

Può fare l’imitazione di Charles Manson, se lo vuole. jada pinkett smith

manson

E ha le palle per dire al mondo, con la figlia adolescente al fianco, che anche le donne possono finire invischiate nelle spire di Pornhub. Penso che sia lei la Sdanghera del mese.

Ti potrebbe interessare anche

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.