Articoli

Slayer – Chi sostituirà Tom Araya?

araya

Sono due le news che stanno tirando di più le visite sulle webzine metallare. La prima è Ozzy che ha dichiarato di aver appena finito il nuovo disco. La seconda è che Dave Lombardo ha detto che Tom Araya, già al tempo in cui lui era ancora in seno alla band, voleva smettere.Deprime la pochezza di due news così e il riscontro che ottengono: l’ennesimo album di Ozzy e una notizia che non è una notizia, visto che Araya già da almeno vent’anni dice che gli Slayer non sono eterni e bisogna cominciare a pensare alla pensione. Va preso atto però che al popolo tallico è a queste cose che pensa di più, il commiato dei grandi e gli ultimi spasmi creativi prima del decesso. Ma affrontiamo un attimo la questione Slayer proponendo una sconvolgente possibilità.

Seguite il mio ragionamento. Tom Araya è sempre stato l’anima buona degli Slayer. Da lui non ci sono mai arrivate sparate e gesti controversi. Per quelle cose lo chef era Kerry King. Non è un caso che dei due, chi ha ammesso la necessità di chiudere la carriera sia stato Tom, perché è un realista e un uomo ragionevole. Ha detto che per suonare gli Slayer occorrono una tensione fisica ed emotiva che uno non può sprigionare a sessant’anni.

Chiunque abbia visto gli Slayer esibirsi negli ultimi due anni, non può che convenire con Araya: già ora il gruppo non ce la fa più a spaccare, figurarsi in futuro. L’immagine di Tom poi, qualche anno fa, immobile, col collarino, che sorrideva al pubblico tra un brano e l’altro era emblematica. La dimostrazione pratica di quello che lui ha sostenuto con e senza Lombardo vicino: non si può essere Slayer in eterno.

Quindi non c’è da stupirsi se al tempo di Lombardo lui dicesse: basta, mi sono rotto il cazzo, voglio tornare a casa e dedicarmi alle mie ballate country. Che non è per dire, Araya compone ballate country per davvero. Si mette un cappellone in testa, poggia una bottiglia di Tequila vicino a lui e imbraccia la chitarra acustica. Altro che Angel Of Death. Probabilmente mugugna Angel Of My Life, I Love You So Much But My Work Is Too Hard To Give You A Good Fuck!

Ora però fate attenzione. Kerry King non ha mai detto che è ora di finirla. Anzi, da quando ha cacciato Lombardo dalla band (usando gli avvocati del gruppo come corpi contundenti) è più incazzato che mai e l’ultimo album lo dimostra. Repentless è tutto tranne che fantasioso ma non si può dire che manchi di mordente e cattiveria.

Quindi se Araya è stanco e vuole scendere dal bus e fare le sue cagate country, non dovremmo stupirci di vedere presto qualcuno che lo sostituisca e porti avanti gli Slayer al posto suo. Credete che sia impossibile? King non smetterà. Questo è sicuro. Non ancora. Con o senza Tom. I fans si spaccheranno, ma se la band ha deciso di proseguire nonostante la morte di Hanneman, pensate che Kerry avrà paura di andare avanti senza Araya?

La domanda è: chi mai potrebbe sostituire Tom? Secondo voi è nato o deve ancora nascere uno che sia capace di prendere il suo posto senza morire sbriciolato sul palco?

Ti potrebbe interessare anche