Articoli

Le sub-personalità metallare – Dimmi che genere ti piace e ti dirò cosa sei!

Prima di fare questo gioco sulle sub-personalità metallare dovrò spiegare cosa è la sub-personalità. Bene. Noi abbiamo la personalità, ovvero ciò che crediamo di essere davvero. La parola con cui vi definireste. Per esempio, io sono uno che non le manda a dire. Secondo qualcuno sono soltanto un istrione, ovvero chi cerca di attirare l’attenzione e suscitare ammirazione intorno a lui. Ecco. Probabilmente io sono tutte e due queste cose. Vedete, sotto la nostra personalità ufficiale, chiamata anche maschera, noi abbiamo una personalità nascosta che per quanto non vediamo (ma i nostri simili la vedono eccome) ci condiziona la vita molto più della personalità ufficiale che, secondo noi, domina le nostre scelte e azioni.

Le sub-personalità sono espresse anche nel metal. Vediamo un po’ quali generi e artisti meglio le inscenano e di conseguenza quali di esse ci dominano.

Ce ne sono tre principali da cui partire: 1) depressa, narcisista, fobica.

my dying bride

La depressiva è dominata dalla tristezza. E se parliamo di band o artisti depressi, non possiamo che scegliere loro, i My Dying Bride. Conosco gente che si è ritrovata un’ernia allo scroto dopo aver sentito The Angel And The Dark River. A parte gli scherzi, non ho in mente qualcuno più triste di questi inglesi e con loro aggiungo tutto il movimento doom metal anni 90. Per esteso, è depressivo un essere umano che da piccolo, in una determinata circostanza si è sentito davvero molto solo e dimenticato da mamma e papà. Se vi riconoscete in un trascorso simile, mettete una bella X qui.

emperor

La narcisista è dominata dall’aggressività. Il narcisista è arrabbiato e pensa che siano gli altri i responsabili, per tanto devono pagare con dolore. Inevitabilmente io penso al black metal, che cova odio e rancore verso l’umanità e qualsiasi cosa respiri. Il narcisista ha subito una grave ingiustizia da bimbo e da allora desidera farla pagare al mondo per il torto subito. Potremmo metterci anche i Pantera e Phil Anselmo, che però sono i padri del groove metal. Non è un caso che Phil abbia dato vita a progetti black, però. Nato da una famiglia di gente violenta e disturbata, Anselmo ha guadagnato la sua indipendenza picchiando il padre. Da lì non ha smesso di prendere a calci il mondo, ignorando completamente quanto la sua decadenza etilica e la violenza incontrollata lo avvicinino al padre che evidentemente non ha mai smesso di picchiare addosso a se stesso. Un bell’intruglio psicanalitico da cui sono nati Far Beyond Driven e Vulgar Display.

sub-personalità

La fobica. La sub-personalità fobica è determinata dalla paura, ovviamente. E in questo caso a me vengono in mente gruppi horror metal, che dell’orrore e della minacciosità fanno virtù. Non tanto Rob Zombie, che è un giullare, ma tipi più inquietanti, come gli Slipknot. Le loro maschere da maniaci e il fatto che siano parecchi rappresenta una minaccia quasi, per il pubblico. Chi ha una sub-personalità fobica, da piccolo ha sentito una gran paura e un conseguente senso di impotenza. Per questo trascorso teme il mondo e si chiude in se stesso a mo’ di struzzo. Conoscete gente più sulla difenziva di Shawn Crahan?

Dalle tre principali sub-personalità se ne dipanano altre quattro. Questo per dirvi che non siamo solo doppi, ma proprio fatti a pezzi. Ogni pezzo è una sub-personalità che domina le altre. Ecco le successive: Schizoide, Istrionica, Ossessivo, Paranoide.

marilyn manson

La Schizoide. La schizoide è caratterizzata da una totale assenza di empatia. Chi è schizoide non crede nell’amore. Per lui sono tutte sciocchezze. A vederla così viene in mente un tipo come Marilyn Manson, che poi magicamente si è ritrovato, dopo tanti proclama da Anticristo spietato e cinico, a morire d’amore per Dita. Potremmo infilarci Trent Reznor, che spaccò il cuore e anche qualche altro punto del corpo a Courtney Love o magari Glenn Benton, se non fosse parte del Black e del Death con i suoi Deicide.

Tra il dire e l’amare, c’è di mezzo Satana, eh? Come genere schizoide allora penso più all’Epic Metal. L’epic non è molto romantico, anzi per nulla. Ci si mena, si vincono trofei e si conquistano terre e onori. Al più c’è una sospetta amicizia virile che sconfina nel boschetto della fantasia di Elio. Se prendiamo i Manowar, il solo pezzo che parli di donne è Pleasure Slaves, e sappiamo tutti quanto sia dolce e delicato verso il gentil sesso, come na mazza chiodata.

motley

La Istrionica è la sub-personalità dell’intrattenitore. Ci sono uomini che tendono a fare uno show della propria vita. Uno così è il Fuzz Pascoletti, per dire. Se siete il pubblico adorante, lui è interessato a voi. Se smettete di amarlo e battere le mani a ogni sua uscita, allora si volta da un’altra parte e vi rimuove. Una band così sono i Motley Crue e tutto il movimento glam metal. Divertimento, sesso, superficialità. Se però vi rompete il cazzo, allora teleranno da un’altra parte. I Crue sono stati anche schizoidi (nel senso che hanno flirtato con l’industrial). Nikki Sixx, mente e anima del gruppo ha avuto un’infanzia di merdissima. La madre lo odiava e gli triturava le palle a lui e all’Edipo che aveva dentro. Questo ha portato Nikki a crescere arrabbiato ma allo stesso tempo molto cazzone ed esibizionista. Attratto dal glam rock, ha finito per ricondurre il punk praticato agli esordi, nelle pacchianate da cui Lydon rifugiva, ovvero i Mott The Hoople e i Sweet.    dream theater

L’Ossessiva. La sub-personalità ossessiva è chi teme la vita nella sua incontrollabilità e imprevedibilità e allora tende a incasellarla e intrappolarla in schemi e regole. Il progressive e la sua precisione sono così. E ci mettiamo i Dream Theater a fare da copertina. Provate a spostare il chitarrone di un John Petrucci da dove l’ha lasciato lui, o il sudoku di John Myung e vi ritroverete sul balcone a testa in giù. Provate a discutere con un riccardone e vi ritroverete a chiedere pietà alla Madonna.

sub-personalità

La Paranoide. Tutto il metal destrorso è paranoide, cerca indizi di colpa fuori, nelle razze, nelle filosofie, come se fosse così facile, far fasci di merda umana in base a un colore o un credo politico e buttarli via, assicurandosi di lasciare incolumi solo quelli “giusti” sempre per un altro colore o un’altra idelogia politica. Il paranoide nega completamente un’ombra di colpe nella propria interiorità. Metterei quindi Varg Vikernes. Siccome il black metal lo abbiamo già usato, scelgo il thrash metal e i Kreator. Il thrash è un genere che accusa e non fa mai autocritica. Spesso è assillato dalle dietrologie e dai poteri forti, dalle ingiustizie occulte, la guerra chimica e il riscaldamento globale, complottismi alieni e così via. Pensa che le colpe siano da cercare fuori, sgamandole dagli indizi più piccoli. Dietro questi micro-indizi può nascondersi il Grande Fratello Cattivo. Conoscete una canzone thrash che abbia mai fatto autocritica su qualcosa?

Ora, per capire quale di queste personalità “sub” domini la vostra vita (tenendo presente che in misura maggiore e minore TUTTE sono dentro di voi) non basta individuare il genere che più vi piace. Ovviamente se siete tipi rancorosi, vi riconoscerete nel black metal. Se amate la tristezza andrete pazzi per i Paradise Lost. Se amate la pace dubito che stimerete Burzum. In realtà sarebbe troppo facile, no? Bisogna invece capire quale sub-personalità cerchi l’altra. C’è tutto un commercio di anime all’insaputa dei diretti interessati. Di nota soprattutto nei rapporti di amicizia e d’amore. Spesso, quelli più sofferti e disturbati sono gestiti da sub-personalità che hanno finito per fregarsi in affari. Quindi, cosa vi attrae definisce quello che voi potreste non essere.

Di conseguenza uno ascolta musica cazzuta per trovare la forza e musica allegra per tirarsi su. La musica quasi sempre è un antidoto a un sentimento che ci avvelena e da cui vorremmo fuggire.

Per dire, l’istrionico va a caccia del depressivo. Il primo fa spettacolo e rallegra, l’altro è triste e ha bisogno di sorridere. Quindi se vi piace il glam o un tizio come Marilyn Manson, probabilmente siete cristi che tendono alla depressione o siete depressivi che vorrebbero far felice chi non crede nell’amore.

Se invece amate il doom e tutto ciò che è depressivo, non è escluso che siate tipi istrionici. Per quanto riguarda invece gli amanti del black metal, non dovreste stupirvi se a nutrire attrazione siano proprio i fobici e i paranoidi. Il pauroso ammira l’aggressivo. L’aggressivo ha bisogno di un seguito che faccia ciò che dice e lo stimi e lo tema per i suoi eccessi d’ira.

Si tratta di un gioco, nessuno è catalogabile. Queste sub-personalità sono tanti pezzetti dell’interiorità di ognuno di noi. Partendo dal vostro genere preferito, magari potrete capire chi c’è dentro di voi, che prende davvero le decisioni a vostra insaputa, decidendo pure quale musica ascoltare a palla.

Ti potrebbe interessare anche

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.