Tutti gli articoli di

Bigme666

Articoli Disco del Mese

Ritorno col botto per i Lamb Of God!

lamb of god

Le dinamiche del mercato discografico odierno impediscono di avere un disco completamente inedito tutto insieme. Anche di questo omonimo lavoro dei Lamb of God avevamo già avuto il piacere di ricevere le prime due tracce (Memento mori e Checkmate) come gustosa anteprima su YouTube e lasciavano presagire un discone. Ma non si può mai stare tranquilli su questo: spesso le preview vengono selezionate fra le tracce migliori di un album e poi magari il resto lascia a desiderare. Vuoi perché oggi un album deve superare ampiamente i quaranta minuti canonici e tante band sono costrette a usare riempitivi, vuoi perché alcuni dischi dovrebbero essere EP e le b-side dovrebbero essere lasciate al lato b. Ah già non esistono più i vinili. Continua a Leggere

Articoli

Metal auf Metal – Ricordando Florian…

florian

Nel 1968 fu la prima volta che un manufatto d’avanguardia venne distribuito capillarmente a milioni di individui nel mondo. Aveva la forma di una spirale incisa nel vinile; una micro punta elettrificata avrebbe impiegato otto minuti per percorrerla tutta, se avesse compiuto attorno al punto di rotazione trentatré giri in un minuto. Da essa venivano emesse risonanze ma, ancora di più, significati simbolici che andavano ben oltre la volontà del suo stesso autore e dei vari John Cage e Karlheinz Stockhausen a cui l’autore stesso si era ispirato. Continua a Leggere

Articoli

Lili Refrain – Meglio non disturbare il sonno di Pan!

lili refrain

ULU è un’unica composizione di 22 minuti e 7 secondi, divisa idealmente in tre atti, che l’artista Lili Refrain vende esclusivamente in occasione delle sue live performances. Il formato scelto è quello di un bel posterone a colori che contiene un redeem code col quale è possibile scaricare il brano da Bandcamp. Pertanto, per accaparrarmi il lavoro ho dovuto assistere alla performance che Lili Refrain ha fatto a Napoli. La seguente recensione è stata scritta di getto durante i 22 minuti del brano. Continua a Leggere

Recensioni Supernatural Horse Machine

Red Scalp – Cavalcata nei verdi pascoli dell’equilibrio

Fatti solidi circa la globalizzazione in ambito musicale: dove vi aspettereste, in Europa, le migliori scene Desert e Stoner? Ovviamente in Grecia e Polonia!
Mi piace pensare che esistano dei fiumi sotterranei che collegano la pulsione black metal dei Rotting Christ a quello che fu il compianto Fuzztastic Planet Festival di Prosotsani che per sole tre edizioni rappresentò il punto d’incontro fra la scena stoner greca e quella internazionale. Continua a Leggere

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.