Tutti gli articoli di

Francesco Ceccamea

Interviste Sdanghere

Intervista a Nebo di Bagni Proeliator!

bagni proeliator

Questa intervista non è recente, risale al 2014. Lo tsunami di Altervista, che a fine 2016 ci bannò perché avevamo pubblicato contenuti video porno all’interno di un nostro articolo, mandò per aria gli articoli usciti dal 2011 al 2016. Abbiamo perduto tutto e siamo stati costretti a ricominciare da zero. Col tempo abbiamo recuperato alcune annate di roba, ma quel buco rimane, soprattutto nel profondo di noi sdangheri. Maledetta Altervista, ma che se fa così? Ci chiudete stalla e cavallini per un po’ di link sessuali? Va beh, in ogni caso abbiamo recuperato l’intervista a Nebo del blog Bagni Proeliator. Non si sa più molto di lui. Non pubblica nulla da diverso tempo. E come lui tanti altri casi che internet ha reso celebri e poi risucchiato nel suo grembo di nulla si fa così presto a dimenticarli. In attesa di scoprire cosa ne sia stato di Nebo, riproponiamo la splendida intervista che gli facemmo nel 2014. Godetevela, è ancora molto divertente! Continua a Leggere

Articoli

Le band che devono fare un lavoro vero!

spotify

Leggendo una bella intervista di Mike Portnoy su Metal.it, a proposito del suo ennesimo progetto, i Flying Colors, sono venute fuori delle riflessioni interessanti su Spotify e la crisi del mercato discografico. Il batterista nel pezzo parla di grandi opportunità per gli artisti oggi, grazie alle tecnologie, ma difficoltà per il loro portafogli… grazie sempre alle tecnologie. E poi trova il capro espiatorio: è tutta colpa di Spotify, la piattaforma streaming più usata al mondo (ce ne sono anche altre, sapete?). Prima era il download illegale e ora quello legale. Continua a Leggere

Articoli

La piaga delle tribute band del Rossi Vasco

rossi vasco

Noi metallari odiamo le tribute band, sono il vero scandalo di un paese che ha smesso di credere nei propri artisti, specie se questi si presentano con i capelli lunghi, le droghe negli amplificatori, le vittime sacrificali lasciate a scalciare nei furgoni degli strumenti e poi attaccano a suonare con le chitarre accordate in SI e vomitano SADANAAAAAUUAAARGH! a tradimento. Insomma, se i localari hanno finito per puntare tutto sulle tribute band è colpa anche del metal. Va bene che le tribute band sono il male, ma quante band originali di merda hanno intasato i palchi e i palchetti di pub e bar che manco esistono più? Di conseguenza meglio delle sane e pacifiche tribute band. Anche perché funzionano alla grande in termini economici. E se vuoi riempire il locale e andare sul sicuro c’è quella del Vasco che non fallisce mai. Continua a Leggere

Articoli

Billie Eilish, tutte le brave ragazze ascoltano death metal!

billie eilish

Probabilmente molti metallari la sentono nominare solo ora, grazie alla trovata del cappellino, ma nel mondo là fuori, Billie Eilish sta già influenzando le nuove generazioni di squinziette (ci metto anche le mie figlie). E io la conosco grazie alle bimbe, ovvio. Loro mi hanno aiutato ad associare il nome e il personaggio con una manciata di tormentoni pop, che nonostante mi muova nel mondo con gli auricolari infilati nelle orecchie che sparano METALLLL!, sono riusciti a intrufolarsi nel mio cranio. Continua a Leggere

Articoli Film Sdangheri Recensioni

El Camino era proprio necessario? Due parole sul sequel di Breaking Bad!

el camino

La prima cosa a non convincermi di un film su Breaking Bad con protagonista Aaron Paul e il suo personaggio Jesse Pinkman è… fare un film su Breaking Bad con protagonista Aaron Paul e il suo personaggio Jesse Pinkman. Non ero entusiasta nemmeno di Better Call Saul, lo spin-off interamente incentrato sull’avvocato intrallazzone di Walter White, ma bisogna ammettere che Vince Gilligan ha mantenuto un livello d’ispirazione e di qualità elevati. Sicuramente, ho pensato, El Camino sarà un buon film, ma non mi leverà di dosso la sensazione che sia ancora una volta una buona idea come tante. Continua a Leggere

Articoli

No More Tour? Quando compri il biglietto per Ozzy nel 2018 e forse lo vedi nel 2021!

Parliamo un attimo di quello che è successo ultimamente ai fan di Ozzy Osbourne. Il singer ha messo in vendita a settembre 2018, i biglietti per i concerti del 2019. Ultimo tour (l’ennesimo dal 1991 che ne promette) insieme ai Judas Priest. E ti pare, la gente ha acquistati i ticket in gran numero e quelli dei settori più importanti sono andati sold-out. Poi purtroppo le date sono state spostate di un anno, dal 2019 al 2020. E ora il tour di addio di Ozzy è stato spostato dal 2020 al 2021. La domanda che ci poniamo è questa: se nessuno ha chiesto il rimborso dei soldi spesi per i biglietti comprati nel 2018 e gli organizzatori, in questo caso Live Nation, si ritrovano a tenere in banca tutto questo gruzzolo di soldi incassati nel 2018 per un concerto del 2021, non ci guadagna una discreta cifra in interessi senza far nulla? Continua a Leggere

Articoli

Nanowar Of Steel firmano con Napalm Records e il piccolo mondo antico del metal italiano…

Nanowar Of Steel, la Joke band romana ha sbancato da poco, probabilmente senza sperarci nei sogni più bagnati, con il singolo Norwegian Raggaeton, parodia che unisce la sempre più ridicola cultura black metal con i tormentoni latini che ammorbano l’Italia da maggio a settembre inoltrato. E dopo il successo incredibile, ecco la notiziona. Firmano un contratto con la Napalm Records, etichetta che non è tra le preferite dei metallari italiani, almeno dopo questa mossa. Continua a Leggere

Articoli

L’indiscutibile senso morale dei metallari e le sue contraddizioni in dodici punti salienti!

Avere un senso morale e fare moralismi sono due cose ben diverse. Il primo, se lo si ha, rispecchia un comportamento, un modo di essere in mezzo agli altri. Il secondo, il più delle volte si pratica sulla tastiera, con le dita o al più in qualche sala d’attesa, tra una chiacchiera e l’altra.

Ormai siamo tutti frammentati in tanti micromondi e spesso proprio le passioni ci relegano in nicchie e contronicchie in cui stare tappati, al sicuro, a respirare le proprie scorregge a vicenda. Continua a Leggere

Articoli

As I Lay Dying Dong Dang! Tutto ma proprio tutto ma invece niente sul nuovo disco!

as i lay dying

Gli As I Lay Dying sono una band metalcore tra le più discusse degli ultimi anni. Ovviamente non per motivi musicali. Sapete cosa, fatico a credere che questo gruppo abbia dei fan italiani. Noi siamo fessi, ma con le tendenze metalcool ci siamo fermati agli Slipknot… e stiamo parlando di un concilio infinito sulla loro presunta metallitudine che dura anche adesso. Continua a Leggere

Articoli

Greta Thunberg e la tendenza vegana dei metallari

greta thunberg

Non sorprende che Greta Thunberg, personaggio celebrato e lapidato dal neo(social)ismo proletario, sia diventata un fenomeno metal. Il suo famigerato discorso alle Nazioni Unite (“mi avete rubato la gioventù”) è stato ripreso dal batterista John Meredith e trasposto in chiave metallara. Lui ha doppiato la voce della ragazzina in chiave growl, e sotto ha messo un arrangiamento metallaro in stile swedish death old school. Continua a Leggere

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.