Tutti gli articoli di

Francesco Ceccamea

Articoli

Bleach! Quando i Nirvana erano metal!

bleach

Bleach è un disco dei Nirvana uscito nel 1989 via Sub Pop Records.

Dedico questa mia cosa a Valeria Sgarella, autrice di Andy Wood – L’inventore del grunge e Oltre i Nirvana, Storia della Sub Pop Records.  Vi consiglio l’acquisto dei suoi libri se volete saperne sul serio di Seattle in quegli anni lì.

Come tutti i supergruppi, gli HSAS durarono l’arco di una scorreggia di canguro. Ma l’album ottenne un discreto successo. In particolare il singolo “Top Of The Rock” fece impazzire un’intera città. Solo una e per dei motivi mai appurati: Seattle.

Ed ecco quindi Sammy Hagar, frontman della band. Lui era l’alfiere di quel rock prode, hard, massiccio e agitatore. Mentre incitava la folla iniziò a cercare il tipo giusto tra la folla. Era un numero fisso. Ecco, si disse. E puntò lo sguardo fisso su un pischello di sedici anni a bordo palco. Non poteva saperlo ma il ragazzino aveva eletto la serata del concerto degli HSAS come occasione per farsi la sua prima canna. Continua a Leggere

Articoli

Idiozia sociale e morte – Riflessioni di un corpo che suda

idiozia sociale

Oggi parliamo di idiozia sociale. Non so voi ma la mattina, da un po’ di tempo, mi sveglio con un gran senso di tristezza e di oppressione. I pensieri mi travolgono e sono tutti negativi. Mi domando cosa abbia sognato, e come mai nonostante sia ancora nel letto e non abbia nemmeno messo piede sul pavimento, già mi sembri di essere allo stremo in una giornata nera come poche. Continua a Leggere

Pascolando

I Tool illuminano 45mila persone al FRF!

tool

Firenze Rock Festival. Serata Tool.

I Tool tornano in Italia! Dovunque sia io devo esserci. Bene: allora vieni al Firenze Rock Festival! Noooo! Il Firenze Rock Festival Noooo! E invece… FRF sia. E se non ne parlo troppo male è perché sono innamorato. La mia nuova compagna, che mi ricambia alla grande, era al mio fianco. Ci siamo goduti il tempo, il momento, abbiamo ballato, ci siamo baciati a lungo alla faccia di tutti e delle nostre stesse misere finanze. Ma non conta; in un campo di sterminio saremmo stati felici ugualmente.

Potrei dire tante cose sull’organizzazione ma preferisco tentare una via alternativa. Giusto per il SEO me la sbrigo così: cessi nulli, cibo costosissimo, sensazione di essere inculati con il manico di una Fender Stratocaster. Continua a Leggere

Articoli

Fingernails – C’eravamo tanto spaccati!

fingernails

I Fingernails sono un gruppo metal storico della scena romana. Gli abbiamo dedicato uno specialone in cui parliamo del libro e il CD nuovo e intervistiamo fino a sfinirlo Maurizio “Angus” Bidoli.

Un libro sui Fingernails

Per cominciare voglio dirvi del libro Il successo di un insuccesso – Biografia ufficiale dei Fingernails scritta da Maurizio Angus Bidoli e pubblicata da MalEdizioni (da non confondere con la casa editrice del Porz).

Sono un estimatore della prosa di Bidoli. Mi lascio trasportare dentro senza badare alle svisate un po’ sghembe sulla sintassi o i refusi. Sento la voce di un uomo che si racconta col cuore. Di cose da dire ne ha tante, specie a un metallaro che per motivi anagrafici certi momenti non li ha potuti vivere e desidera comunque conoscerli. E questo da chi, pur con grosse difficoltà di memoria causate da alcol e droghe, in quei giorni mitici c’era e li ingollava fino in fondo. Continua a Leggere

Articoli

Il Remake di Pet Sematary tra fedeltà e tradimento

remake

Il remake di Pet Sematary è diretto da Dennis Widmyer e Kevin Kölsch ed è uscito nel 2019.

Oggi ci sono solo due cose imperdonabili da quando il mondo è diventato social: la violenza sugli animali (e i bambini, ma piuttosto sugli animali) e gli spoiler.

Assodato questo bisogna allora ammettere che il remake di Pet Sematary partisse svantaggiato su tutta la linea, rischiando l’impopolarità totale. Per prima cosa gli animali (e i bambini) vengono trattati malissimo. Seconda cosa, essendo un remake, il pubblico già era al corrente di tutti gli spoiler. Continua a Leggere

Articoli Pascolando

Lo scrittore che non si lamenta

Salve, sono uno scrittore. Pubblico libri, collaboro con le rivi… ehm, no, quello ho smesso di farlo. Comunque, sono uno scrittore. Decisi di diventarlo la mattina del 04 gennaio 1994. Non chiedetemi ulteriori dettagli. Ve li elargirei fino a farvi venire una tracheite allo scroto.

Sono entrato ufficilamente nel meraviglioso mondo dell’editoria nel 2008, a Marzo. Il mio romanzo d’esordio mi ha dato fama, successo e so… Ehm, no, niente soldi. E il successo fu più che altro di critica. Continua a Leggere

Articoli

Kiss – Alone In The Shade

Hot In The Shade è un disco dei Kiss uscito nel 1989 per la Polygram Records.

Manhattan, 1989

Paul era felice. Non divideva il palco con gli altri dei Kiss ma per la prima volta, e non ricordava da quanto, si sentiva bene. Del resto i Kiss non esistevano più. Sulla carta c’erano ancora ma nella realtà erano finiti da tempo. E avere il palco tutto per sé, una band al proprio servizio, il pubblico lì, erano tutte cose che lo facevano sentire dannatamente a posto con se stesso.
Solo una cosa non gli piaceva, quella sera: la faccia di Eric.
Continua a Leggere

Doomsday Recensioni

Tenebra, cosa sei?

Band heavy doom di Avellino, La Janara debuttano con Tenebra, album uscito per Black Widow Records a due anni dall’omonimo EP.

La Janara è una bella realtà. Prendete i riffoni dei Black Sabbath anni 80 e infilateli in un disco di De André. Avete fatto? Bene. Ecco qui. Continua a Leggere

Articoli

Ted Bundy – Fascino criminale

Ted BundyFascino criminale è un film diretto da Joe Berlinger, uscito nel 2019.

Andiamo verso l’overdose da Bundy. Prima Netflix infila nel suo menù il documentario in quattro puntate Conversations With A Killer – Ted Bundy Tapes, diretto da Joe Berlinger. Di seguito esce Ted Bundy – Fascino criminale (il cui titolo originale è – prendete fiato – : Extremely Wicked, Shockingly Evil and Vile) sempre diretto da Berlinger, anche se stavolta si tratta di un film in piena regola con Zac Efron nella parte dell’assassino più fascinoso e controverso (per non dire infame) della storia. E poco dopo, in un profluvio torrentizio spunta anche Bundy And The Green River Killer di Andrew Jones. Continua a Leggere

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.