Tutti gli articoli di

Marco Grosso

Articoli

Black Sabbath – Dave Walker e i 5 minuti di follia

Siamo nel 1977, i Black Sabbath hanno appena inciso uno dei loro album più controversi, ovvero Technical Ecstasy, che spezzava in modo deciso con il passato e optava per sonorità più leggere, brani meno oscuri e un artwork che non piacque molto ai fans della prima ora. Il pubblico e la critica stroncarono con fermezza il disco e le vendite non decollarono, portando all’esasperazione una band già sull’orlo di una crisi di nervi. Continua a Leggere

Articoli

Lady Evil – non tutto il male viene per nuocere

lady evil

Il trittico metal – birra – tette da decenni è un must per quasi tutti i metallari, sopratutto per quelli che tolti i primi due, del terzo manco in cartolina riescono a metterci le mani sopra. Una volta c’era il Postal Market per sfogare certe voglie, oggi con l’Internet a disposizione si trova il mondo. Eppure, ancora resiste una nicchia di “duri” e puri che preferisce le vecchie maniere. Tra questi dinosauri dell’onanismo spopola un personaggio che da molti anni è conosciuto a livello internazionale. Continua a Leggere

Articoli

Il metallaro e la suggestione mentale

mentale

Per potere comprendere meglio quello di cui tratterò bisogna prima focalizzare due concetti della psicologia moderna: l’effetto alone e l’effetto pigmalione. Con “effetto alone” si definisce un bias cognitivo per il quale la percezione di un tratto è influenzata dalla percezione di uno o più altri tratti dell’individuo o dell’oggetto. Un esempio è giudicare intelligente, a prima vista, un individuo di bell’aspetto, anche se poi è stupido. Continua a Leggere

Articoli

Diabolus in musica, tutta la verità sul tritono maledetto!

Diabolus

Al diavolo (!!!) tutto il finto occultismo posticcio che infesta il metal e il rock, di quello ne tratterò in altri articoli, e parliamo seriamente di musica diabolica, quella vera che fin dal Medioevo ha spaventato la Chiesa, ha messo in odore di eresia e di stregoneria geni della musica classica, ha turbato i sonni e le coscienze dei fanatici religiosi.

Il viaggio è antico, è durato e dura da almeno un millennio, e forse durerà per sempre, fino a quando l’ultimo musicista che ha studiato le note per davvero userà questa combinazione sonora, che in tutto e per tutto puzzerà di zolfo in qualsivoglia genere musicale verrà applicata. Continua a Leggere

Articoli

Paga che ti passa la paura – Fare dischi oggi tra Bandcamp e Crowdfunding!

disco

C’era una volta la casa discografica, un’entità mitologica, lontana, irraggiungibile, temuta, riverita, a cui solo pochissimi eletti potevano accedere. Accadeva che, negli anni 80, nella folle corsa dei gruppi dal demo al primo LP (lucido, morbido e nero e no, mi spiace, non è il “black mamba” anelato oggi da qualche radical chic di estrema sinistra over 50) la maggior parte di essi arrestava la corsa ancor prima di intravedere la linea di arrivo. Continua a Leggere

Articoli

Gli Iron Maiden hanno rotto i coglioni !!!

iron maiden

Non c’è tristezza più grande di vedere un mito sfracellarsi anno dopo anno e nonostante tutto ostinarsi a difenderlo, contro ogni evidenza, logica ed emotiva. Un po’ come lo zio che da giovane girava in moto col chiodo, negli anni in cui avere la riga da una parte e i mocassini era il massimo della trasgressione e rivederlo anni dopo con la panza, pelato, alcolizzato, con lo stesso chiodo che lo strizza vergognosamente tre taglie in meno. Continua a Leggere

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.