Tutti gli articoli di

Achille Cotone

Articoli

Il ritorno del Librogame – Onanismo sì, ma intelligente!

librogame

Quando ero giovane (eoni fa), negli anni 80, spensierato e studentello imberbe, per un certo periodo ero in un gruppo di amici che soleva dedicarsi a Dungeons And Dragons. Serate interminabili a casa dell’uno e dell’altro, con dadi, carta, matite e gomme, mappe e manuali, calandosi anche fin troppo nei personaggi, incazzandosi a morte se si veniva uccisi da un pianta carnivora gigante o un gruppo di goblin. Continua a Leggere

Articoli

Le conversioni nel metal – Dall’inferno al paradiso transitando sopra un palco

conversioni

La nomea di “musica infernale e diabolica” che l’heavy metal ha sempre avuto, fatta di croci rovesciate, demoni, torture, sadismo e cattiveria iconografica (roba da film horror o manualetto di occultismo da bancarella) in realtà spesso è una farsa da operetta.

Al netto della fascinazione e dell’uso di simboli e testi “neri”, in realtà di Diavoli alla Ken Russell ce ne sono davvero pochi. Anche nel black metal la “pars diabolicum” è spesso un pretesto, così come nei generi più estremisti, mentre sempre di più tanti musicisti si stanno, o si sono convertiti, al cristianesimo, passando, come qualche oltranzista e ottuso capellone dice, “al nemico”. Continua a Leggere

Articoli

Metallari incel, vietato chiavare!

incel

C’è una interessante teoria, che in questi ultimi anni infiamma una parte dell’opinione pubblica, che analizza e studia il cosiddetto fenomeno Incel. Innanzitutto, cosa è un Incel ? La parola indica un “Involuntary Celibate”, ovvero una persona che, non per sua scelta, è esclusa dal mercato affettivo di una relazione e dal sesso a due (escluso quello a pagamento). Continua a Leggere

Pascolando

Dal cofanetto Sperlari al cofanetto metal: disquisizione su forma e sostanza

Si racconta che, secoli fa, i cioccolatini che venivano venduti alle classi sociali più basse (i poveri con le pezze al culo), avessero le confezioni più belle. Questo perché, finiti alla svelta, avrebbero conservato la scatola e i fiocchi, dalle belle fatture, per sempre, magari unico balocco prezioso in una casa miserabile. I ricchi invece, avendo a disposizione quello che volevano, ci badavano poco, e pensavano di più alla qualità del cioccolato e al modo più edonistico e rilassato di gustarsi quella prelibatezza. Della scatola, se ne facevano salvo rarissimi casi, poco o nulla. Questa metafora per ricondurci rapidamente ad una tendenza attuale, in atto da qualche anno nel mondo metal. Continua a Leggere

Articoli

Mondi impossibili; l’ucronia ha eliminato il rock and roll

ucronia

Anno domini 2020: i Pink Floyd e i Queen sono ai vertici assoluti di vendite per i loro dischi, il rock ha dominato il mondo per quasi ottanta anni, e nonostante i frignoni si straccino le vesti per il crollo del mercato discografico, la musica anglofona domina incontrastata il nostro pianeta Terra. Uno scenario normale per tutti, a parte chi ascolta solo musica italiana melodico – popolare e Radio Maria, ma… se fosse in un altro modo ? Ci avete mai pensato ? Continua a Leggere

Articoli

Uomini e topi, il rock ai tempi della chirurgia – Alla faccia di chi dice che il rock è morto: in America il rock viene usato per salvare vite umane!

chirurgia

Non so voi, ma io sapevo da tanti anni, che durante le operazioni chirurgiche, che sia una banale appendicite o una a cuore aperto, i chirurghi (ed anche anestesisti, infermieri e sanitari assortiti), chiacchierano, scherzano, cazzeggiano e ascoltano musica. Si, Grey’s Anatomy e The Good Doctor hanno mostrato questa realtà, ma complice il filtro sulle telecamere e una certa retorica condita da piani sequenza, amorazzi vari e la patina yankee da “medical drama”, tutto sembra mitizzato e distante, restando in tema, “anestetizzato”. Continua a Leggere

Articoli

Mariposa in pace – Chiude lo storico negozio di dischi milanese e il metallaro piange e accusa!

mariposa

La notizia forte nel mondo del ‘metallaro medio’  di questi giorni è la chiusura dello storico Mariposa, dopo 25 anni di attività. Lo storico negozio si trovava nel sottopassaggio della metro Duomo M1, all’interno della Galleria Radegonda e per tanti anni è stato punto di riferimento per gli appassionati, dove compravano dischi e biglietti per i concerti. Ecco che la levata di scudi, lo “j’accuse” sdegnato (e molto di circostanza per tanti) si manifesta in tutto il web, su siti specializzati e non, specialmente quelli storici sull’heavy metal. Continua a Leggere

Articoli

Strategie di manipolazione mediatica – Io decido, tu obbedisci!

manipolazione

La libertà non esiste, ed è un dato di fatto incontrovertibile. Per ottenere la libertà dovremmo essere onniscienti e disgiunti dal limite del corpo e dei suoi sensi fisici. Ancora di più la mente, che è condizionata da tanti fattori che restringono i campi di scelta: ceto sociale, luogo geografico, epoca storica, condizione economica, livello culturale, ambiente sociale, ambiente familiare, ecc ecc. Questo non toglie che ogni persona può acquisire, con vari mezzi, più consapevolezza di sé e di ciò che lo circonda.
Ma un uomo “libero” e consapevole non piace a chi comanda, a chi deve vendere prodotti, a chi deve trarre vantaggi per sé sfruttando gli altri. Ecco che, nel corso dei secoli, chi ha certe conoscenze, ha saputo “imbrigliare” la maggior parte dell’umanità, per fargli fare quello che voleva, convincendolo che la scelta sia libera e completamente presa in autonomia dalla “vittima”. Sono tante le strategie messe in atto, provando a spiegarne qualcuna, forse si potrà rendere più “presente a sé stesso” chi leggerà. Continua a Leggere

Articoli

Diamonds Or Rust – Vogliamo essere la ruggine o brillare come diamanti ?

diamante

Vogliamo essere la ruggine, o brillare come diamanti ? Vogliamo che la luce rifletta e si espanda sulle sfaccettature preziose della pietra, o riposare nell’ombra ? La ruggine è capace di nascondersi, di fuggire la luce, di camuffarsi tra le zolle di terra arsa, di suscitare indifferenza. Nessuno, o quasi, si prenderà la briga di toglierla da qualche attrezzo, o dalle travi di metallo di un capannone in disuso, essa resta immobile e quieta, una macchia inerte e senza vita, un parassita non troppo invasivo, che nulla porta all’economia dell’esistenza. Ma il diamante ? Continua a Leggere

Articoli

Metal – L’evoluzione della specie cancellata dalle piattaforme streaming!

evoluzione

Non è possibile considerare, come avviene oggi, l’intero movimento metal (ma il concetto si può estendere alla musica o ad altri argomenti) come un “grande eterno presente uniforme”, che la tecnologia con lo streaming sopratutto, ci ha così abituati. Per un ragazzo di 20 anni, aprire Spotify e vedere in una playlist Lonesone Crow (Scorpions) degli anni 70 e subito dopo Spit Ot The Bone (Metallica), uscita quattro anni fa, è la cosa più naturale, magari percepisce qualche differenza di suono, ma non riesce a cogliere tutto l’antefatto e la storia che stava dietro a un disco, un artista, un movimento, all’evoluzione che in 40 anni c’è stata. Continua a Leggere

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.