Stai leggendo la Categoria

Articoli

Articoli

Ciao Elvezio…

Elvezio Sciallis

Mi spiace che veniate a saperlo da un cavallo, ma è morto Elvezio Sciallis. Non so di preciso quando è successo. Non ci sono notizie ufficiali. So che è stato per un malore improvviso. Non aveva cinquant’anni. Se non sapete chi era peggio per voi. Significa che vi siete persi uno dei più grandi blogger italiani, che abbia dedicato tempo, talento a palate e passione al cinema horror (ma non solo). Continua a Leggere

Articoli Dylan Dog Dylan Horse

Il primordio e l’ultimordio – Meno 8 estenuanti mesi alla meteora

Il primordio è il numero 392 di Dylan Dog, scritto da Paola Barbato e Roberto Recchioni. Disegnato da Paolo Martinello.

Basta! Non ne posso più di questa storia!
Dylan Dog a proposito de Il Primordio, pag. 67 – Seconda vignetta a destra.

Quando Dylan esclama di non poterne più è forse la prima volta, dal numero 101, in cui riconosco una sintonia con l’Indagatore dell’incubo. Continua a Leggere

Articoli

Inter Arma – La puzzolente retorica e la critica metal!

inter arma

Sulphur English è un album degli Inter Arma uscito nel 2019 per Relapse.

Cast a cold eye
On life, on death.
Horseman, pass by! –
William Butler Yeats – Under Ben Bulben

La prima cosa importante che dovete sapere, è che il nome della band non c’entra nulla con il calcio italiano. Francesco Ceccamea

INTER ARMA viene da una frase di Cicerone che dice: Silent enim leges inter arma ovvero (più o meno, io ho fatto Ragioneria e non il Liceo calssico, quindi possiate perdonarmi) Tacciono le leggi in mezzo alle armi.

Quindi Inter Arma vuol dire In mezzo alle armi.

Sigla! Continua a Leggere

Articoli

Ozzy 1984-1986 – Perdonatemi padre!

1 – PADRE PERDONAMI MA HO MOLTO PECCATO! (leggi anche la prima parte)

Dopo tre anni da chitarrista di Ozzy Osbourne, Jake E. Lee può ritenersi soddisfatto di se stesso. Ha scritto un disco di successo; è riuscito a rispondere colpo su colpo ai detrattori; e la sua reputazione è schizzata in alto in tutto il mondo. Quando però arriva il momento di iniziare a metter mano al successore di Bark At The Moon cominciano a venire a galla problemi ben più seri: si tratta di quella che Lee e Bob definiscono come “la faccenda dei diritti”. Continua a Leggere

Articoli

Ozzy 1982-1983: Non ci resta che ululare!

1 – LAVORARE PER LA BESTIA

“Credevamo di aver elevato il comportamento animale a forma d’arte. Ma poi incontrammo Ozzy” – Motley Crue

Non c’è niente da fare. “Grazie, ma no grazie!” Brad è riconoscente per le parole di stima da parte degli Osbourne. Ozzy addirittura è arrivato a dichiarare ai giornali che lui è il miglior chitarrista che abbia mai avuto, in barba al giurassico Iommi e all’ormai sindonico Randy Rhoads. Gills però non ci casca: vuol tornare nei suoi Night Ranger. Punto.

Continua a Leggere

Articoli

A proposito di cantanti “metal” … e non!

Durante gli Anni Settanta si notava presso il pilastro di un cavalcavia della tangenziale di Torino la scritta “Dio è Vita”, dipinta magari da qualche fricchettone di quando Feltrinelli faceva saltare per aria i tralicci elettrici. Nel decennio successivo la scritta fu modificata in “Ronnie James Dio è Vita”, forse chissà da un oscuro biker di passaggio. Continua a Leggere

Articoli Film Sdangheri

Cimitero vivente – La via del Wendigo micmac!

Cimitero vivente è un film di Mary Lambert del 1989.

In Pet Sematary, la cosa che pensi sia il tuo angelo, finisce per non esserlo – Mary Lambert

Gatti e bambini. Inevitabile pensare all’impero di facebook costruito su questi due grandi pilastri di pucciosità e poi vedere come li riducono i camion della Orinco e di seguito come li restituisce il cimitero dei MicMac. Era il 1989. Altri tempi. Non ci aspettiamo la stessa scorrettezza nel remake.

A proposito, sono esistiti davvero i MicMac. Ed esistono ancora. Sono 40’000, quasi quanto gli abitanti del Comune di Pinerolo e Canale Monterano messi insieme. Non si sa quanti ve ne fossero nel Maine, visto che erano stanziati in Canada, ma alziamo le mani e le nostre mani si chiamano incredulità. Continua a Leggere

Articoli Interviste Sdanghere

I Geni del ritardo mentale e la Chandler Records

Chandler records

Un grande disse che alcuni di noi non sanno di sapere. E quando Padre Cavallo mi contattò dalla Padre Cavallo Caverna per parlarmi d’una certa persona, con la sua label Chandler Records, una lampadina nella mia mente si fulminò.

Poi dopo aver parlato col soggetto in questione mi son detto: “aaaah, ora ricordo”, perché nell’infinita ricerca di sonorità anomale nel mondo di bandcamp, qualcosa ti rimane impressa. Una recensione può dire mille cose, ma sarà sempre un’opinione mia, che si potrà condividere o meno. Allora, visto il successo della precedente intervista fatta a Ho Gravi Malattie, perché non tenare un nuovo botta e risposta? Continua a Leggere