Stai leggendo la Categoria

Articoli

Articoli

I quattro fattori che hanno davvero cambiato il metal in peggio!

metal

Vi avverto, questo è un articolo in cui non vale la tesi mistica che prima era meglio e ora è peggio. Prima era prima e ora è ora. E riguardo il metal potrei dirvi che prima era in un modo (e c’era del buono e del meno buono) e ora è in un altro modo, perché il tempo passa, le cose cambiano ma ci sono  comunque aspetti positivi e negativi in ogni cosa finché è viva. Non significa che tutto sia sempre uguale e non esistano peggioramenti. Anzi, tutto cambia e come diceva Eraclito, non potremmo mai entrare nello stesso fiume. Continua a Leggere

Articoli

Lucca Nazi And Games e tutti quelli che abbaiano alla luna!

nazi

Negli anni passati mentre camminavo per le strade di Lucca mi capitava di trovare un’area sulle mura dedicata a una trincea di guerra. Ragazzi che riproducevano i movimenti di soldati in attesa dello scontro, ricevendo ordini dal loro comandante. Nessun pregiudizio, anche in vista di quel teschio con la croce, o quei simboli pagani rubati per scopi ben più oscuri. Qualcuno avrebbe potuto dire “o cazzo dei fottuti nazisti”, perché quella è l’immagine che rappresentano, e invece il mio ricordo più bello fu quando arrivarono dei Gopnik con l’hardbass a palla, kvass in una mano e semi di girasole nell’altra. Qualcuno si aspettava una lotta comunisti contro nazisti, e invece si misero in cerchio facendo squat, cheeky breeky. Continua a Leggere

Articoli

WRESTLING & METAL – I “themes” e le entrate sul ring più spettacolari delle superstar

wrestling

C’è sempre stato un rapporto molto forte tra il rock e il wrestling. Quando il primo, nel corso degli anni ’80, si è fatto sempre più duro sfociando nell’heavy metal, il legame è diventato indissolubile. Questo articolo si propone come una carrellata (su per giù in ordine cronologico) alla ri-scoperta di molti dei brani più efficaci e memorabili di sempre, in grado di coniugare mirabilmente il wrestling con il metal. Partendo dagli anni ’80, sarà interessante scoprire insieme come anche le sonorità che hanno accompagnato i grandi del wrestling sul ring siano cambiate nel corso degli ultimi quarant’anni, di pari passo con le mode e i nuovi stili musicali. Continua a Leggere

Articoli

I 10 migliori (e i 10 peggiori) libri Tsunami di sempre!

tsunami

Ve lo confesso subito, non parleremo solo di Tsunami, in questa duplice classifica di consigli e sconsigli per gli acquisti cartacei (che potranno magari ispirarvi in vista anche delle festività natalizie prossime). Parleremo un po’ di tutta l’editoria italiana che negli ultimi anni ha puntato su biografie e saggistica varia dedicata a band, periodi, generi e sottogeneri del metal e dell’hard rock. Continua a Leggere

Articoli

L’era di Postalmarket e della porno-fantasia!

postalmarket

Cari lettori, equinidi e non, lasciate che io vi guidi in un viaggio nel Regno della Fantasia, laddove i giovani (dei quali molti divennero poi i metallari italiani di oggi e di ieri) riuscivano a creare con poco spunto le situazioni necessarie a sognare. Non parlo di musica oggi, no, io sono quello che si becca gli argomenti piccanti e ridanciani, chi mi segue ci è abituato; come? No no, non parlerò nemmeno della Storia Infinita. Oggi il discorso è un altro, nato tra stalle affollate di cavalli scribacchini, all’insegna del serio e il faceto. Continua a Leggere

Articoli

The Raff – Il mito del metal italiano!

raff

Probabilmente non ci si rende conto dell’enorme importanza che hanno The Raff nel panorama metal italico e non solo. Qualche tempo fa scrissi un libro biografico sulla storia della mia band (i Fingernails) che intitolai Il successo di un insuccesso. Ecco, se oggi dovessi scrivere qualcosa riguardo i Raff non troverei un titolo migliore di Il trionfale successo di un insuccesso perché la loro storia è caratterizzata dalla miserabile sfortuna di una band nata nel posto sbagliato, come del resto è capitato a molte altre realtà metalliche dell’epoca. Continua a Leggere

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.