Stai leggendo la Categoria

Film Sdangheri

Film Sdangheri Recensioni

The Sadist – Dal 1963 un grande film su un serial killer!

The Sadist è un film del 1963, diretto da James Landis.

The Sadist, uscito in Italia col titolo un po’ western A bruciapelo! è dopo Psycho, uno dei primi e più riusciti film su un serial killer.

In Italia non è ricordato molto, anche se negli ultimi anni, grazie alla riedizione in DVD della Opium Visions, in rete si è cominciato a parlarne. Vale la pena riscoprirlo. A dirla tutta, non è che il regista James Landis e l’attore protagonista Arch Hall Jr. siano dei fuoriclasse. Anche il budget messo a disposizione dal produttore fosse questo granché. Per dire, quando sparano usano pallottole vere. Cosa volete, lo fanno per risparmiare!

In questa pellicola però le cose riescono talmente bene che per molti versi The Sadist è ricordato più come uno di quegli incidenti meravigliosi che ogni tanto accadono e non un magistrale capolavoro da studiare nelle università. Continua a Leggere

Film Sdangheri

Hellboy – Tanta azione e poca sostanza

Hellboy

Hellboy è un film di Neil Marshall del 2019.

Hellboy – Il demone dal cuore d’oro e la regina cattiva (ma molto gnocca)

Cari equinidi sdangheri, alcuni mesi fa è uscito nelle sale il nuovo Hellboy – La Regina del Sangue,  terzo film basato sul personaggio creato da Mike Mignola . Il fumetto risale al 1993 e il primo a portarlo sullo schermo in due precedenti occasioni fu Benicio Del Toro. Partiamo da una premessa, il personaggio interpretato da Ron Perlman in maniera magistrale nei primi due film non si batte. Continua a Leggere

Articoli Film Sdangheri

Cimitero vivente – La via del Wendigo micmac!

Cimitero vivente è un film di Mary Lambert del 1989.

In Pet Sematary, la cosa che pensi sia il tuo angelo, finisce per non esserlo – Mary Lambert

Gatti e bambini. Inevitabile pensare all’impero di facebook costruito su questi due grandi pilastri di pucciosità e poi vedere come li riducono i camion della Orinco e di seguito come li restituisce il cimitero dei MicMac. Era il 1989. Altri tempi. Non ci aspettiamo la stessa scorrettezza nel remake.

A proposito, sono esistiti davvero i MicMac. Ed esistono ancora. Sono 40’000, quasi quanto gli abitanti del Comune di Pinerolo e Canale Monterano messi insieme. Non si sa quanti ve ne fossero nel Maine, visto che erano stanziati in Canada, ma alziamo le mani e le nostre mani si chiamano incredulità. Continua a Leggere

Articoli Film Sdangheri

A proposito di The Haunting Of Sharon Tate…

The Haunting Of Sharon Tate è un film di Daniel Farrands, uscito nel 2019.

Daniel Farrands non ha alle spalle una gran carriera come regista di fiction. Ci sono una serie di documentari molto lunghi e ben fatti sulle saghe horror di Venerdì 13, Nightmare On Elm Street, Halloween e Scream e poi un film che si basa sui fatti veri che hanno ispirato Amityville Horror: The Amityville Murders (2018).

The Haunting Of Sharon Tate è qualcosa di molto curioso e originale. Un lavoro coraggioso che mette le mani dove non si dovrebbe: un aberrante fatto di cronaca come il Massacro di Cielo Drive. I parenti delle vittime sono ancora in vita e di sicuro a nessuno di loro è piaciuta l’idea di speculare sull’accaduto. C’è chi ha addirittura tentato di fermare il film, senza riuscirci. Continua a Leggere

Film Sdangheri

Border – Un fantasy per adulti da non perdere

border

Border è un film del regista iraniano-svedese Ali Abbasi, uscito nel 2018.

Tina non è un bel vedere. Sembra affetta dalla sindrome leonina del tipo di La Bella e la bestia. Il suo viso appartiene a qualche anello antecedente all’homo sapiens o la razza antagonista che il sapiens fece sparire: i Neanderthal. Magari i genitori erano tossici o forse lei è frutto di uno stupro di gruppo in qualche manicomio, chi lo sa. Di sicuro è una donna molto brutta, tozza, con una dentatura sporgente e l’insopportabile abitudine di annusare l’aria quando si avvicina qualcuno. Continua a Leggere

Articoli Film Sdangheri

The Dirt – Motley Crue e la musica dopo di tutto

the dirt

The Dirt è un film diretto da Jeff Tremaine e uscito su Netflix nel 2019.

The Dirt parte bene smerdando gli anni 80 e dando il via a un inno di individualità, ribellione e forza creativa. Ma quando entrano in scena gli attori pare di trovarsi nel solito biopic da TV via cavo. L’unico interprete con palle vere è il cattivissimo Ramsey Bolton di GoT, Iwan Rheon. Il suo Mick Mars lascia al pubblico non solo un efficace ritratto di un chitarrista tra i più sottovalutati di sempre, ma un personaggio da amare che finisce per mostrarsi assai più deciso e centrale, nel gruppo, di quanto i fans abbiano mai supposto e immaginato. Continua a Leggere

Articoli Film Sdangheri

Destroyer – Come ti des-trucco la Kidman!

destroyer

Destroyer è un film di Karyn Kusama uscito nel 2018.

Ci sono tanti attori che hanno giustamente guadagnato la loro fama grazie a virtuosi trasformismi. Per non citare De Niro, andrebbe bene anche Billy Bob Thornton, nome che al momento è un po’ scaduto, ma che sul finire degli anni 90 si dedicava con tanta bravura al camaleontismo, al punto che ci si accorgeva di lui solo leggendo i titoli di coda. Continua a Leggere

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.