Stai leggendo la Categoria

Furia Cavallo del Nord

Articoli Furia Cavallo del Nord Recensioni

Necronautical – Il black metal può darci ancora qualcosa

necronautical

Ecco tutto quello che serve. 1) Bei riffoni melodici 2) Una tastiera sfrontata e solenne che doni ai pezzi quel “sinfonesco” q.b per non cadere in uno stampo troppo dimmuborghiano e 3) Stili vocali diversi che si alternano invece della solita sbobba isterico-laringoiatra. Ecco gli ingredienti giusti per sfornare un efficace album black metal come Apotheosis dei Necronautical. Continua a Leggere

Furia Cavallo del Nord Recensioni

Frozen Dreams – Questa è la casa di Weird!

frozen dream

Rising From The Ashes è un disco dei Frozen Dreams, uscito per la Cazzi Suoi Records, nel 2019. – Ok, avete letto la prima frase. Si tratta di una formula vacua che mettiamo ogni volta, serve per il SEO. Sapete cos’è il SEO? Non importa. Dobbiamo saperlo noi che mandiamo avanti questo blog. Allora, capisco che non sia così elettrizzante ma provate a rileggere la prima frase.

“Disco dei Frozen Dreams.” Potete immaginare quanto sia inattuale questa definizione? Immaginate una band che entra in sala d’incisione e tutte quelle cose lì? Continua a Leggere

Furia Cavallo del Nord Recensioni

Abbath e il miglior disco dell’estate

abbath

Outstrider è il secondo disco di Abbath pubblicato dalla Season of Mist.

Con l’estate arriva il periodo di magra e Abbath che fa? Sfora il calendario e pubblica un rinfrescante disco di black metal norreno. Tutti i colleghi che l’aiutarono a comporre il primo album danno forfait e quindi lui dice “vaffanculo, io al basso ci metto la stangona black metal che mi attrae qualche nerd. Lei l’estate preferisce D&D al mare”. Sinceramente a me non piace né l’uno né l’altro, ma è anche vero che non ho mai imparato a nuotare. Continua a Leggere

Furia Cavallo del Nord Recensioni

Darkthrone – Old Star e le vere origini del black metal

darkthrone

Old Star è il diciottesimo disco dei Darkthrone prodotto dalla Peaceville Records.

La recensione di un albunm dei Darkthrone dovrebbe essere bandita per legge, per la semplice ragione che è inverosimile. Mi spiego. Da quanti anni esistono i Darkthrone? Dal 1986 se pensiamo al precedente progetto Black Death. E da quel fatidico giorno quanti dischi hanno sbagliato? Giusto le compilation, e solo perché erano produzioni con un puzzo commerciale che solo una sede McDonald all’ora di punta sarebbe capace d’eguagliare. Eppure gliele abbiamo perdonate tutte, anche se Sempiternal Past – The Darkthrone Demos non è altro che la copia povera di Frostland Tapes. Continua a Leggere

Furia Cavallo del Nord Recensioni

Deathspell Omega – The Furnaces of Palingenesia

deathspell omega

The Furnaces of Palingenesia è il settimo disco dei Deathspell Omega, prodotto dalla Norma Evangelium Diaboli.

Si può raggiungere il successo facendo di tutto per non conseguirlo? La decisione di non rilasciare interviste? Il non voler eseguire un live manco per il cazzo?

Dei Deathspell Omega possiamo dire quello che vogliamo, ma sono solo supposizioni. Supponiamo chi si nasconda dietro il gruppo, chi si sia occupato della loro produzione, persino se il progetto sia vero o solo una grandissima presa per i fondelli. Certamente in quest’ultimo caso sarebbero secondi solo a La guerra dei mondi. Continua a Leggere

Furia Cavallo del Nord La Truebrica del fantino Recensioni

Helheim – Rignir e il lato buono del pagan metal!

Rignir

Rignir è il decimo album della storica band pagan black norvegese Helheim prodotto dalla Dark Essence Records.

In scena dal lontano 1993, gli Helheim nascono a Bergen, città nota non sicuramente per le sue spiagge soleggiate  bensì per un clima di merda dove anche nelle stagioni più “calde” la temperatura più alta avvertita riuscirebbe probabilmente a refrigerare i Polaretti della Dolfin senza ausilio elettrico. Continua a Leggere

Furia Cavallo del Nord Recensioni Supernatural Horse Machine

Fallujah – Luce soffusa

Fallujah - Undying Light

Undying Light è un disco dei Fallujah prodotto dalla Nuclear Blast.

Si sarà capito che per essere un recensore di dischi non brillo per tenere saldo il polso della scena metal attuale. Del resto – mi autoconvinco – l’originalità della mia voce risiede proprio in questa posizione di soglia, quella di chi centellina gli ascolti del presente alla luce di una ben più vasta esperienza di ascolti passati. Continua a Leggere

Furia Cavallo del Nord Recensioni Supernatural Horse Machine

Nordjevel – Necrogenesis è una graziosa conferma!

Nordjevel

Necrogenesis è un album dei Nordjevel prodotto dalla Osmose Productions

Mentre dall’Europa, in particolare dalla penisola iberica e spirituali affini, si sono già svegliati dallo stato purgatoriale di semi-vita, (mi riferisco ai massimi esponenti di associazioni a delinquere finalizzate alla propaganda di musica latina distruggi-timpani in occasione della bella stagione che sta per arrivare) in Norvegia i ghiacciai sembrano essere ancora impassibili all’ondata di caldo, fortunatamente per le nostre orecchie. È proprio dal cuore di codesti ghiacciai che i Nordjevel ci arrivano in soccorso per rinfrescare le nostre giornate primaverili, i nostri cuori e in definitiva le nostre orecchie. Continua a Leggere

Furia Cavallo del Nord Recensioni Ruggiti e Nitriti Supernatural Horse Machine

Whiskey Ritual – Mirare alla vena senza paura!

Whiskey Ritual

Black Metal Ultras è un disco dei Whiskey Ritual in uscita ad Aprile per la Folter Records.

C’è un aneddoto divertente sui Whiskey Ritual che mi riguarda. Non li ho mai visti live, ma i Forgotten Tomb li ho visti almeno tre volte. E il batterista è lo stesso. Asher (al secolo Gianmarco Rossi). Ebbene, quando lo incontro, i Whiskey Ritual sono sempre prossimi alla pubblicazione di un nuovo album, e ogni volta gli chiedo “uè, ma perché non scendete mai in Puglia?”. A dire il vero, nel 2012 (o era il 2013, non voglio dire cazzate e certamente non voglio andare a controllare su google la data) i Whiskey scesero a Squinzano con i Forgotten. Ovviamente me li persi. Da allora è un continuo sperare che tornino. Però hanno pubblicato a cadenza regolare dopo ogni nostro incontro tra me e i Forgotten un nuovo album, e questa è cosa buona e giusta.

Continua a Leggere

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.