Stai leggendo la Categoria

I Classici dell’Erotismo

I Classici dell'Erotismo Recensioni

A Donne con Bukowski!

Le donne… Ci fregavano sempre: sapevano programmare e organizzarsi. Mentre gli uomini guardavano le partite di football e bevevano birra e giocavano a bowling, loro, le donne, pensavano a noi, si concentravano, studiavano, decidevano… se prenderci, scartarci, scambiarci, ucciderci o semplicemente lasciarci. Charles Bukowski – Donne

Questo è un altro romanzo sulle peripezie di Hank Chinaski. E di solito un romanzo con il suo alter ego, Bukowski parla di tre cose: lavoro, sesso, bere. Continua a Leggere

I Classici dell'Erotismo Recensioni

Le relazioni pericolose

Il libro

Pretendere che un romanzo erotico scritto nel settecento possa ancora eccitarci è come esigere che Il castello di Otranto ci faccia passare delle notti insonni. Ancora peggio se ci aspettiamo di essere scandalizzati da qualcosa che al tempo in cui fu pubblicata sconvolse i benpensanti. Il proibito è più effimero di una barzelletta di Pierino. E Le Relazioni pericolose, più libro scandaloso che erotico, pur essendo un caposaldo della letteratura cosiddetta “del proibito” o dell’erotismo, oggi è solo un cumulo di belle letteronze, a volte anche piuttosto noioso. Continua a Leggere

I Classici dell'Erotismo Recensioni

STORIA VERA DI LUCIANO DI SAMOSATA

 
Se dovessi rimproverare qualcosa ai critici letterari, sarebbe la fede assoluta nella sistematizzazione delle categorie critiche, tutta incentrata a discernerne temi e forme. Mai che qualcuno si interessi a noi poveri lettori. O meglio, non vorrei davvero esagerare, mai nessuno che badi a inquadrare la produzione letteraria in funzione dell’emotività di noi lettori. Così facendo la lettura potrebbe essere davvero usata come farmaco. Hai una delusione d’amore e vuoi suicidarti? Continua a Leggere
I Classici dell'Erotismo Recensioni

I CLASSICI DELL’EROTISMO – VENERE IN PELLICCIA

 
Venere in pelliccia è una storia vera. In fondo a questo romanzo abbastanza monotono e discutibile c’è infatti la confessione spudorata di Leopoldone Masoch e del suo rapporto erotico completamente subordinato alla crudele voluttà di una donna bellissima e spietata. In appendice c’è la copia del vero contratto che lui e una tal nobildonna stipularono, con inequivocabili condizioni di completa mercé da parte di Leo verso la dama, senza se o ma.  Continua a Leggere
I Classici dell'Erotismo Recensioni

LA BIBLIOTECA DI CHTULHU: IL DECAMERON

Il Decameron mi riporta alla mente una serie di ricordi non proprio gradevoli, riguardanti la mia breve e infruttuosa esperienza universitaria. Diedi il primo esame proprio sulla raccolta del Boccaccio e presi 23. Potrei anche raccontarla più in dettaglio, ma sarebbe doloroso per me e per i pochi volenterosi che stanno provando a leggere questo articolo, quindi sintetizzo dicendo solo che fu uno schifo totale. Non solo fui una vera chiavica di studente, ma anche l’università La Sapienza, quel rudere pieno di zecche, cecchini psicopatici e futuri baristi e cameriere notturne, è un pozzo nero di speranze adolescenziali.  Continua a Leggere
I Classici dell'Erotismo Recensioni

I CLASSICI DELL’EROTISMO – STORIA DI O. di Pauline Réage

Storia di O., ovvero: non si è mai così liberi come da schiavi.
A tal proposito, Jean Paulhan, critico e intellettuale francese, cita la famigerata rivolta delle Barbados, nel 1838. Duecento negri, ex-schiavi liberati da un’ordinanza, tornarono a implorare il loro padrone, il signor Glenelg, di rimettergli le catene. Il signorotto non accettò certo di esaudire l’insolita richiesta, tanto più che la legge ormai glielo proibiva. Per un po’, i duecento schiavi liberati continuarono a sollecitarlo in modo garbato, ma visto che non riuscivano a smuoverlo dalla sua decisione di non tornare indietro, massacrano lui e la sua famiglia. Quando le autorità raggiunsero il luogo del fattaccio, trovarono i Glenelg trucidati e gli ex-schiavi buoni e paciosi che svolgevano le loro solite mansioni da schiavi, con le catene ai piedi e tutto il resto. Continua a Leggere
Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.