Stai leggendo la Categoria

La Truebrica del fantino

La Truebrica del fantino Recensioni

Opeth – Un ottimo disco se si guasta il cd delle ninne nanne per i pargoli

opeth

Cari centauri, cavalli ed equini tutti, oggi mi farò molti nemici lo so, ma voglio dire due parole a proposito dell’ultimo degli Opeth (e temo che saranno parecchi coloro che non gradiranno). Ovviamente me ne frego perché sono una possente creatura mitologico-meccanica e ho scorte per barricarmi degli anni nella mia officina, bevendo come una spugna e lanciando ricambi contundenti ai potenziali assedianti. Continua a Leggere

Articoli La Truebrica del fantino Recensioni

Tool a bocce ferme – Riflessioni a un mese dall’uscita di Fear Inoculum!

fear inoculum

LA FUNZIONE TOOL (SUPERFICIALE)

Una volta, a inizio millennio, parlavo con un mio coinquilino che, quando seppe che scrivevo per una rivista metal, mi disse che lui amava molto OPIATE (pronunciato come si scrive) dei Tool. Penso di poter dire che quella persona non aveva particolari interessi musicali né in senso lato culturali, dato che la sola altra cosa che ricordo di lui è che mi sottoponeva a estenuanti serate televisive davanti a Zelig su Italia 1. Perché un prodotto di popular music high-brow come i Tool, allora? Quale funzione svolgevano per lui? Scomodando i padri della sociologia e i primi tra i meme che ci accompagneranno in questo longform, presumibilmente quella di consumo distintivo, autocertificazione di gusto più raffinato di quelli della massa. Continua a Leggere

Articoli La Truebrica del fantino Recensioni

Exhorder – Prima e dopo i Pantera!

exhorder

Exhorder, quelli che suonano come i Pantera degli esordi da prima dei Pantera stessi… Oggi vorrei dire due parole riguardo a un disco che mi ha convinto e che piacerà a tutti coloro che amano il buon sano thrash degli anni ‘90. Parliamo di una band che milita, a fasi alterne, da tempi immemori (il loro primo demo uscì nel remotissimo 1987 e il loro primo disco nel 1990) e che ha visto la propria carriera ingiustamente relegata a band “minore” rispetto ad altri grandi del thrash degli anni ruggenti. Continua a Leggere

La Truebrica del fantino Recensioni

Il nuovo Destruction? Muhahahahahaaaaa sìsì sì. Bello. Non perfetto ma bello.

destruction

Oggi mi stavo godendo la mia grassa motocicletta su tornanti vergognosamente pericolosi quando mi è saltato in mente un disco che Padrecavallo mi ha dato ad Agosto e che io avevo messo da parte per recensirlo con calma, come meritano i gruppi che mi regalarono buone vibrazioni in passato. Beh, i Destruction si ritagliarono un discreto angolino nella mia hit parade personale di giovine (un tempo) thrasher e meritano certo la mia attenzione, nonostante da anni i loro prodotti non arrivino a entusiasmarmi come in passato. Continua a Leggere

Articoli La Truebrica del fantino Recensioni

Slikpnot – Noi non siamo fatti per voi!

slipknot

SLIPKNOT – We Are Not Your Kind (Roadrunner)

– Pipponcino storicizzante per introdurre gli Slipknot in modo solo apparentemente oggettivo:

Nonostante la persistenza di hater e detrattori, i numeri dicono che gli Slipknot sono uno dei pochissimi gruppi metal a essere diventati veramente grandi nel nuovo millennio. L’ascesa allo status di classici si colloca nel periodo di Subliminal Verses e All Hope Is Gone, due ottimi lavori di metal variegato il giusto per compiacere tutte o quasi le tipologie di ascoltatori del genere, che si erano precedentemente polarizzate sull’esplosivo ma divisivo esordio, mentre il pur creativamente meno brillante Iowa era servito a guadagnare street cred grazie alla sua impostazione più estrema. Continua a Leggere

La Truebrica del fantino Recensioni

Lord – Correte ad ascoltarli!

lord

Insomma, questi Lord. Lord e basta, eh? Non metteteci altro. Come Lord Tim, che è il nome del loro frontman e leader indiscusso. Del resto con quel nome… Ma parliamo di musica. Vengono dall’Australia e fanno un power bello nerboruto, stile Helloween di Better Than Raw, per intenderci, con qualche oscillazione verso il class metal dei Dokken, le ascese melodiche degli Europe, il glam-groove degli ultimi Skid Row di Sebastian Bach. Continua a Leggere

Articoli La Truebrica del fantino Recensioni

Hammerfall, la buona strada per tornare ai vecchi fasti powa!

Eccomi a voi, cari equini ribelli e metalloni, con una recensione che potrebbe far discutere parecchio. Chi da tempo si prende la briga di leggere le mie opinioni sa, o almeno dovrebbe aver intuito, che sul “powa” metal io sono piuttosto critico. Non che non mi piaccia per partito preso, ma ci sono alcune peculiarità del genere che non mi fanno impazzire. Gli Hammerfall, uno dei gruppi più famosi della scena, però, ha fatto uscire un nuovo lavoro il sedici di agosto, ed essendo molti degli altri collaboratori di Sdangher! in ferie, questa perla è giunta nelle mie manacce callose di centauro. Continua a Leggere

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.