Browsing Tag

metal

Articoli

Le conversioni nel metal – Dall’inferno al paradiso transitando sopra un palco

conversioni

La nomea di “musica infernale e diabolica” che l’heavy metal ha sempre avuto, fatta di croci rovesciate, demoni, torture, sadismo e cattiveria iconografica (roba da film horror o manualetto di occultismo da bancarella) in realtà spesso è una farsa da operetta.

Al netto della fascinazione e dell’uso di simboli e testi “neri”, in realtà di Diavoli alla Ken Russell ce ne sono davvero pochi. Anche nel black metal la “pars diabolicum” è spesso un pretesto, così come nei generi più estremisti, mentre sempre di più tanti musicisti si stanno, o si sono convertiti, al cristianesimo, passando, come qualche oltranzista e ottuso capellone dice, “al nemico”. Continua a Leggere

Articoli

Metal – L’evoluzione della specie cancellata dalle piattaforme streaming!

evoluzione

Non è possibile considerare, come avviene oggi, l’intero movimento metal (ma il concetto si può estendere alla musica o ad altri argomenti) come un “grande eterno presente uniforme”, che la tecnologia con lo streaming sopratutto, ci ha così abituati. Per un ragazzo di 20 anni, aprire Spotify e vedere in una playlist Lonesone Crow (Scorpions) degli anni 70 e subito dopo Spit Ot The Bone (Metallica), uscita quattro anni fa, è la cosa più naturale, magari percepisce qualche differenza di suono, ma non riesce a cogliere tutto l’antefatto e la storia che stava dietro a un disco, un artista, un movimento, all’evoluzione che in 40 anni c’è stata. Continua a Leggere

Articoli

Oggi a loro e domani a voi – Bandcamp e il genocidio dell’Harsh Noise Wall!

harsh noise wall

E se una mattina vi alzaste, apriste la vostra libreria digitale e scopriste che metà dei vostri acquisti, pagati con vero denaro, sono andati persi per sempre? Non parlo di assenza di connessione internet, non parlo di un hard disk esterno bruciato o il mobile dei cd masterizzati per terra. Parlo proprio che la vostra libreria online, che sia Itunes o altro servizio, è stata cancellata senza il vostro consenso. Continua a Leggere

Articoli

Fabiana Dadone e il metallaro col chiodo nell’armadio

fabiana dadone

Qualche giorno fa il nostro ministro della pubblica amministrazione Fabiana Dadone ha dichiarato che avrebbe seguito Sanremo solo se fosse stato un festival metal e che le piacciono gli In Flames. Su Rai Tre e di prima mattina. Di per sé la notizia non sarebbe stato nulla di rilevante, ma il fatto che si parli del metal in Rai è davvero un evento epocale, specie in questi anni. Continua a Leggere

Articoli

Quando il Trueismo si sposa con l’Ideologia – 10 casi di metallo politico!

ideologia

La cosa che mi ha più appassionato dell’universo metallico è sempre stata la totale assenza di tabù a livello tematico. Nel corso degli anni le nostre orecchie hanno potuto godere di una sterminata varietà di adorabili nefandezze che nessun appassionato di ogni altro genere musicale può vantarsi di frequentare. Si va infatti dagli episodi talmente splatter da divenire comici, agli assalti all’arma bianca verso le religioni, passando per droghe, guerre, violenze e depressione, in un gioco che spesso va al rialzo nel cercare lo shock e l’effetto (anche sgradevole) sorpresa. Tutto è ben accetto dagli adepti del sacro verbo metallico e niente può essere escluso. Proprio niente? Continua a Leggere

Articoli

La meteora di capodanno e le tante meteore del metal

Forse non lo sapete ma qui nella bassa modenese si è svolta da poco la caccia ai frammenti di quella meteora caduta vicino al fiume Secchia a capodanno. La rete Prisma del nord Italia – un sistema di telecamere in grado di avvistare i corpuscoli celesti e che consente agli scienziati di calcolarne la probabile zona di caduta – ha indirizzato gli studiosi, gli appassionati o i semplici curiosi (tra i quali me medesimo) verso l’argine del suddetto fiume. In realtà a dare “la stura” è stato ritrovamento di due frammenti da parte di un fortunello della zona che si trovava a passeggio con il cane. Dopo questo avvenimento un discreto numero di persone delle più disparate categorie si sono avvicendate nella zona, perlustrandola palmo a palmo. Continua a Leggere

Articoli

Sdangher’s Christmas – Un presepe davvero True!

presepe

Anche i satanisti più impenitenti nati e cresciuti in un paese occidentale hanno avuto un’infanzia cristiana. E il Natale, persino per uno come Varg Vikernes, doveva essere un momento magico e meraviglioso. In Italia abbiamo questa stupenda tradizione del presepe. Lasciate che vi ammorbi con i miei ricordi infantili. Ne rammento con un piccolo guizzo di malinconia la preparazione. Io e le mie nonne ce ne andavamo nel bosco con un coltello da cucina a testa e delle grosse buste di plastica. Sembravamo una piccola congrega di streghe in procinto di raggiungere il tempio di qualche divinità in saldo. E invece no. Cercavamo il muschio. Continua a Leggere

Articoli

We Don’t Need Another Hero – Chi sono gli eroi del metal? Eccovi cinque indizi per riconoscerli.

Non abbiamo bisogno di un altro eroe, cantava Tina Turner su Mad Max – Oltre la sfera del tuono, e in fondo il mondo metal non potrebbe essere più d’accordo, perché di dei a cui rivolgersi per attingere coraggio, speranza e buon esempio, ne ha già abbastanza. Ma come riconoscere un metal hero? Che requisiti dovrebbe avere?

Prendiamo in esame cinque ceffi che il pubblico metal ha definito eroici. Continua a Leggere

Articoli

I locali metal della Milano di una volta, dai ricordi di uno che c’era (e non ci faceva)

Milano

C’è stato un momento in cui in Italia – nel nord Italia per quanto mi riguarda  – a livello di intrattenimento musicale metallico si stava più che bene.
Vengo da un paese della Bassa Lodigiana e tipo 20 anni fa se volevo uscire e bermi delle birre ascoltando l’unica musica che le mie orecchie riuscivano a sostenere, l’offerta era alta.
Incredibile pensando a come siamo ridotti ora. Continua a Leggere

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.