Browsing Tag

metallari

Articoli

Il metal è bellissimo, ma i metallari mi fanno schifo!

Mi è sempre piaciuta la musica heavy metal. Tanto, davvero, ma non per questo in modo totalizzante. Mi piace molto ascoltare Luigi Tenco o Mike Oldfield, così come i Matia Bazar o Enya. Spesso però sento il bisogno di tornare ad avere i chitarroni pesanti a disposizione, le voci acute e quelle growl. Ho sempre apprezzato l’iconografia delle copertine, certi testi, l’epicità di alcuni concept. Ma allo stesso modo, se sento Duke Ellington o Allan Holdsworth mi esalto allo stesso modo. Tutto questo preambolo, inutile forse, per affermare con certezza una cosa: adoro il metal, detesto i metallari. Continua a Leggere

Articoli

Metallici da social parte 2 – Altre ridicole e strane abitudini…

social

Il metallaro medio, diciamo una parte consistente del pubblico, con l’avvento dei social anziché erudirsi e ampliare la propria visione della vita, ha finito col rendere pubblico a tutti il suo lato peggiore. Se prima Pino Catenaccio almeno si rendeva buffo, strano, e financo un po’ coglione con la cricca del Bar Ciardulli, ora la sua assurdità si spande a macchia d’olio su Facebook. Alcuni atteggiamenti però sono comuni e virali a tanti altri, vediamo quali: Continua a Leggere

Editoriali

Le categorie dei metallari – I quattro gradi di separazione che ci dividono

metallari

Ci sono metallari e metallari. In questo articolo sulle categorie dei metallari, vorrei spiegare come molti metalheads, sotto sotto, aderiscano a una fascia specifica di metaller, ognuna con un suo concetto di metal, accompagnato a un certo status del tipo di band che si ama supportare, a sua volta accolta da un particolare riscontro di pubblico e critica ben preciso. Quando questi ultimi due elementi mutano, di solito in senso maggiorativo, anche la simpatia per quella formazione, sotto sotto può cambiare. Ma partiamo dalla prima tipologia che incontriamo durante il nostro viaggio nella mente dei metallari. Continua a Leggere

Articoli

Il metallaro prima dei social – Come si restava aggiornati nel “vecchio mondo”

social

C’era una volta il metallaro senza social quello che non era bombardato da news metal tutti i santi giorni, quello che al posto dei social aveva altri modi per tenersi anche solo un po’ aggiornato sulle notizie specializzate riguardanti artisti, dischi, etichette e concerti metal nel proprio paese. E vediamoli questi modi, ma prima di descriverli, è importante che, chi non c’era, capisca un punto fondamentale: una volta il metallaro non aveva l’heavy metal alla portata di un solo clic, a volte, anche solo per avere un’informazione, arrivare all’edicola giusta, o all’amato negozio di dischi che trattava pure quelli di musica heavy, chi viveva fuori mano doveva fare un lungo viaggio, quasi come una di quelle trasferte per andarsi a vedere uno dei gruppi preferiti. Credetemi, non ho ma avuto questo problema, ma conosco ragazzi che hanno fatto i salti mortali per restare aggiornati e comprarsi i dischi senza spendere a scatola chiusa, cosa che comunque si faceva a prescindere per i gruppi preferiti.

Ma dicevamo dei modi di restare aggiornati prima dei sociali, e allora vediamoli: Continua a Leggere

Articoli

Greta Thunberg e la tendenza vegana dei metallari

greta thunberg

Non sorprende che Greta Thunberg, personaggio celebrato e lapidato dal neo(social)ismo proletario, sia diventata un fenomeno metal. Il suo famigerato discorso alle Nazioni Unite (“mi avete rubato la gioventù”) è stato ripreso dal batterista John Meredith e trasposto in chiave metallara. Lui ha doppiato la voce della ragazzina in chiave growl, e sotto ha messo un arrangiamento metallaro in stile swedish death old school. Continua a Leggere

Articoli Wasted World News

I Simpson e il death metal dei Judas Priest!

Se la sono cavata abbastanza bene gli autori della serie The Simpson. Per riparare all’incidente diplomatico della puntata con i Judas Priest, fanno scrivere a Burt, sulla lavagna, in uno dei momenti topici della sigla di testa:

I Judas Priest non sono death metal.

I Judas Priest non sono death metal.

I Judas Priest non sono death metal…

Infatti, nella puntata in cui appare, la storica band inglese viene definita proprio così: death metal. Svista grave, da lavare con la benzina e rifinire col lanciafiamme, no? Ma solo l’ultima di una lunga serie. Quante volte è capitato di sentir definire Ozzy Osbourne come il leader del black metal o gli Ac/Dc quali massimi rappresentanti del metallo incandescente? Se i contesti sono Beautiful, La vita in diretta o un articolo di cronaca nera de Il Messaggero quasi non avrebbe senso che una colonia di metallonzi infuriati minacci querele e apra gruppi scandalizzati su facebook. Continua a Leggere

Editoriali Pascolando

LE 15 GRANDI PAURE DEI METALLARI!

I Metallari fanno paura alla “gente perbene” con le loro brutte facce barbute, i capelli lunghi, lo sguardo “fondo”, le borchie e le catene. Ascoltano la musica degli adoratori dello dimonio, fanno riti sacrificali di stambecchi e martore nelle notti di plenilunio e al posto dell’acqua bevono biiiirra; e al posto della birra bevono la grappa di ragno. Puzzano da far svenire un cavallo ed emettono peti sulfurei in situazioni sconvenienti: tipo nelle librerie Mondadori. Continua a Leggere