Browsing Tag

recensione

Recensioni Supernatural Horse Machine

Autokrator – Hammer of the Heretics

Siamo stanchi del solito metal, quello blasonato che si ripete col ctrl+c da almeno cinquant’anni, oggi nascono retroband che ricopiano gli album di quelle band che ascoltavano i genitori di  quei ragazzini che salgono sui palchi, ma con una produzione finto vecchia, che tanto su vinile si sente meglio, anche se la cassetta in verità oggi è il nuovo vinile. Continua a Leggere

Horse Uber Alles Recensioni

SMZB – Sin Harmony

Arriva sempre quel momento in cui il tuo stomaco dice no. Sei sazio e ti sei rotto i coglioni di sentire sempre la solita roba. Il solo pensiero di ascoltare l’ennesimo intricato album goregrind/death metal/brutal death metal/progressive vegetarian industrial grindcore ti fa scendere le palle fino all’inferno, mentre satana le usa come un punchball, ma poi capisci che sono arrivate in Cina e le hanno scambiate per una bomba lanciata da Trump dopo un febbrile Sabato sera. Continua a Leggere

Recensioni Top Gun Grind

Cloud Rat – Qliphoth

Una bella compilation era tra le mie scelte di oggi, ma in culo agli asini sterili non ne ho trovate di decenti. Scherzo, una buona ce l’ho tra le mani, ma dura così tanto che mi son detto ‘seeeeee e mo come cazzo mi sento un’ora e mezzo di gorenoise sapendo poi dire qualcosa senza rimanerne stordito? I grandi problemi della vita, come la domanda stessa del perché esiste il gorenoise… È come il mistero della vita, ma più cacofonico. Continua a Leggere

Recensioni Supernatural Horse Machine

Bolgia di Malacoda 16

bolgia di malacoda

Ecco un’altra band con i controcazzi. Perdonatemi lo sboccaccio ma quando mi eccito divento volgare, mia moglie ne sa qualcosa. I Bolgia di Malacoda oltre ad avere uno dei nomi più fichi della storia del rock Italiano, non deludono nei contenuti. Qualcuno potrebbe gridare ai nuovi Litfiba e c’è chi già ha fatto uno sposalizio esaltato tra la band fiorentina e Il Teatro degli orrori ma io sarò il primo a dire che i Bolgia di Malacoda sono semplicemente i Bolgia di Malacoda, una nuova realtà fumigante, luciferina, pestifera, sensuale, grottesca e schiattatrice. Continua a Leggere

Recensioni Supernatural Horse Machine

Adrenaline Mob – Man Of Honor (Century Media, 2014) Il destino bastardo porco dei supergruppi

Il mio problema con gli Adrenaline Mob è che si tratta di un cazzo di supergruppo. E di solito quando più membri di altre band affermate si mettono insieme viene fuori sempre lo stesso disco. Una roba di certo interessante ma che raramente (Down, Temple Of The Dog) si trasforma in qualcosa che non sia più di un passatempo da accantonare quando torna il momento di risalire in sella con le astronavi madri e solcare di nuovo i cieli stellati tracciati dalle mappe contrattuali. Continua a Leggere

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.