Editoriali Pascolando

Suonare per cento euro al Red Devil di Rimini!

Con soli 100 euro, voi e la vostra merdosissima band di cover assortite (o peggio, di composizioni originali) può essere conosciuta in tutto il mondo. Polemiche e polemiche a non finire. Si tratta del Red Devil di Rimini e credo abbiano farcito una palla di lievito ripiena di merda da tirarsi sulla testa da 100 metri di altezza. Pubblicità? Ovvio, ma pessima, vedi come è finita per gli Elarmir. C’è chi sostiene (la nostra Titti) che se non ti cerco io è giusto che tu paghi l’affitto del palco, il locale e tutto il resto, ma c’è anche da dire che in Italia è raro che un gruppo venga chiamato a suonare. Se sei gli Extrema sì ma se ti chiami Mizar e fai power metal da Vetralla, chi ti cerca? Prima lo scambio commerciale avveniva in questo modo: il gruppo portava la gente che avrebbe consumato birre e il locale gli offriva il palco e la possibilità di esibirsi. Nella mia sdangherata esperienza sono stati tanti i locali che non avevano nemmeno una ciabatta per attaccare le casse e gli ampli che io e i miei sfigati compagni portavamo da casa. Ci davano una birra e un piatto di pasta scotta per cena o un hamburger al cartone e poi se non venivano almeno venti dei nostri “fans” il proprietario si lamentava con noi per aver fatto poca pubblicità all’evento.

Ci sono band che pagano per suonare con i grupponi e in certi casi si è costretti a comprare biglietti e rivenderli nella speranza di recuperare qualche soldo. Il problema qui è che suonare è un divertimento, esibirsi uno spasso irrinunciabile per dei diciottenni pieni di testosterone e sogni. Inevitabile che ci si lucri. La scena italiana è molto amareggiata e piena di gruppi di merda, come tutte le scene. In Norvegia, tanto per dire, gli artisti ricevono dei contributi dallo stato. Da noi invece paghiamo per fare le rockstar al Red Devil di Rimini. Cento euro diviso il gruppo o a testa, poi? Spero sia la prima. In ogni caso, dal Nord-Europa arrivano decine di band validissime e originali ogni anno mentre da noi continuiamo a “giocare” alle metal band metal, nella maggior parte dei casi, tolte le solite, lodevoli e immancabili eccezioni che qui non elenco se no facciamo notte.

Ti potrebbe interessare anche