Browsing Tag

serie televisiva

Articoli

Dark – La serie che incrina davvero le vostre certezze

dark

Dark è il tipico prodotto di intrattenimento che ti incrina le certezze. Mi metto lì, lo guardo con l’usuale piglio di quello che probabilmente non finirà nemmeno la serie, convinto che i metri di paragone e i criteri di giudizio per misurarne il valore siano gli stessi usati sin qui per tutte le altre millemila su Netflix, piene di filler, brodi allungati e dialoghi da soap opera. Continua a Leggere

Editoriali Pascolando

Perché Breaking Bad non piace a mia moglie?

Perché a mia moglie non piace Breaking Bad? La serie televisiva più fica che abbia mai visto me la devo vedere da solo, a notte tardi, quando lei dorme, perché se no mi brontola tutto il tempo.

Anche con Sons Of Anarchy era lo stesso, poi però si è appassionata e ora la guardiamo insieme. Breaking Bad invece non le piace. Ha provato, riprovato… niente. Dice che non riesce ad appassionarsi alle vicende di un malato di cancro che vende droga di nascosto dalla moglie. Che bisogno c’è di mentirle? Perché tutto ‘sto casino inutile? E poi non ci sono neanche i cattivi veri. C’è solo uno che lo sta per diventare.

La cosa mi sta facendo riflettere. Prego, niente battute.

Prima obbiezione. Perché nasconderlo alla moglie?

In effetti, chiunque viva insieme o abbia vissuto con una donna, sa che prima o poi si finisce per nasconderle qualcosa, anche solo il regalo di Natale. O meglio, tentare di farlo, perché si scopre quanto sia difficile e infine impossibile. Ecco, un aspetto che mi appassiona davvero di BB è questo continuo tentativo di tenere alla larga la sempre più perplessa e sospettosa consorte dall’enorme e travolgente traffico di droga che il marito, un mesto e stimato professore liceale di chimica, sta mettendo su per racimolare più soldi possibile da lasciare alla famiglia prima di morire.

Quindi ecco la necessità dei due telefonini. Inevitabile però che la cosa non regga molto a lungo. E alla fine lei scopre tutto e lo molla. Da lì, il protagonista, che sta facendo di tutto per il bene della famiglia si ritrova senza famiglia e non sa più che fare.

Non vado oltre con la trama.

Quello che dice mia moglie insegna qualcosa sulle donne. Noi maschietti le idealizziamo fin da quando siamo piccoli, cresciamo pensando che siano un ricettacolo di virtù e precetti morali, di nobiltà spirituale. Solo i veri uomini, coraggiosi, intelligenti e che non scoreggiano, finiscono per conquistare le migliori fiche delle commedie americane. Sono stronzate ma ci formiamo il cervello su di esse, fin dalla tenera età. Quindi cresciamo pensando che nostra moglie non sia una troia, una matta, una perversa. Quando scopriamo che invece lei è una di queste cose (o forse anche due e tre) il mondo ci crolla addosso.

La verità è che nostra moglie è come noi, anzi… è peggio. Burzum ha detto che le donne sono molto più estreme degli uomini e che Hitler è arrivato al successo puntando su di loro, come elettorato. Ecco perché le divise delle SS sono così fascinose.

Quindi se decideste di iniziare a rapinare banche per sfangare il mese, vostra moglie probabilmente non ci vedrebbe nulla di male e vi aspetterebbe fuori con il motore acceso e le mani sul volante alle 3 e 23.

Altra cosa di Breaking Bad. Il buono che diventa cattivo e l’assenza di veri cattivi. Continua a Leggere

Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.