Browsing Tag

gianni della cioppa

Interviste Sdanghere

Gianni Della Cioppa – Cose nuove escono ancora ma la gente è impigrita dagli Smartphone e ha perso curiosità!

gianni

E ora facciamo due chiacchiere con Gianni Della Cioppa, che è inutile vi presenti… va beh, ve lo presento, non si sa mai. Gianni è una delle penne più celebri del giornalismo metal e rock italiano. Ha collaborato con tantissime riviste, tra cui Metal Shock, Mucchio, Psycho! e così via (probabilmente tutte non se le ricorda neanche lui). Oggi scrive per Classix e Classix Metal, Classic Rock e pubblica libri con Tsunami, oltre a produrre band underground per la sua Andromeda Relix. 

Ok, adesso mi rivolgo a lui e nel mentre spiego anche a voi perché ho deciso di interpellarlo su un argomento che in questi giorni domina le dispute social: la fine di un decennio, quello che è successo di buono e quello che invece non è successo affatto. Parliamo in ambito musicale, ovviamente, nello specifico la riflessione è sul metal e il rock. Buona lettura e buona fine a tutti.

Domande a cura di Maxiums Doomicus (Massimiliano Incerti Giudotti) e Francesco Padrecavallo.

Ciao Gianni, ho voluto coinvolgere te per due ragioni. La prima è che praticamente sei l’unico che ancora mi da retta insieme a Giovanni Loria, tra le penne che si fanno valere sul cartaceo (inutile che mi suggerisci di farmi una domanda e darmi una risposta, già fatto). La seconda è che, a parte gli scherzi, tu sei uno che si tiene aggiornato (e Giovanni no). So che apprezzi tante band nuove, anche fuori dall’ambito metal. Secondo me esiste un equivoco intorno alla tua figura. Pensano tutti che siccome sei della vecchia guardia, tu passi il tempo a riascoltare vecchi bootleg della Strana Officina e magari i primissimi demo degli Iron Maiden, quando invece sei uno sempre disposto a misurarti con il nuovo, anche perché se no, non avresti potuto realizzare Gli anni di bronzo per Tsunami. Ma andiamo con le domande, che sei sempre tanto indaffarato e non voglio farti perdere tempo. Continua a Leggere

Editoriali Pascolando

Questionario 2016 – Gianni Della Cioppa

Gianni è un membro effettivo di Sdangher! Ha scritto un articolo per noi e questo fa di lui uno di noi. E poi ci stima, ci loda e manda costantemente i suoi promo, nonostante evitiamo da tempo di recensirglielicivisi. Risponde al questionario con il solito piglio sornione di chi non deve dimostrare più nulla a nessuno e ci lascia una certezza: non andrà mai in pensione dalla musica e la scrittura. Dovremo sorbircelo ancora parecchio. Ave Gianni, felici di averti con noi anche in questo 2017. Continua a Leggere

Editoriali Pascolando

Never too old to bang your head ! (By Stefano Giusti)

Prima del post di Francesco di qualche giorno fa non sapevo assolutamente chi fossero gli Inferi … forse li ascolterò, magari mi piaceranno pure, ma in questo momento il punto a cui mi preme rispondere a Francesco non è questo ma un altro: Francesco non sei vecchio, fidati, la tua perplessità verso questa band e che esprimi così bene nell’interessante digressione sulla dicotomia “gruppi giovani vs fans/giornalisti anziani” non è “pericolosa”, bensì fisiologica. Continua a Leggere

Recensioni Supernatural Horse Machine

Il nuovo Inferi è dove io inizio a non capire più il metal! The Path Of Apotheosis (2014)

inferi

Io collaboro con la rivista Classix Metal, alcuni di voi lo sanno. E sono felice di questo. Sia chiaro quindi che ciò che sto dicendo NON è per fare polemiche, solo rendervi partecipi di alcune perplessità che ho: a volte mi sembra di essere fuori posto. Ok, lo provo in qualsiasi luogo della mia esistenza, da sempre, ma in ambito musicale, scrivere di metal è sempre stato un po’ come sentirmi a casa, parlare alla mia gente, affrontare argomenti che sento nel profondo. Trovo tuttavia che alla mia età sia ancora abbastanza prematuro rifugiarsi in un tempio eretto in onore del grande passato di un genere che per quanto mi riguarda continua a esistere, a trasformarsi, evolversi e involversi. Continua a Leggere

Articoli Interviste Sdanghere

INTERVISTA A GIANNI DELLA CIOPPA, GENTE!

gianni della cioppa
1 – Come iniziasti la collaborazione con Metal Shock?
Avevo conosciuto Beppe Riva in occasione di alcuni concerti di metal band italiane organizzati a Verona (con Robert Measles dei Black Hole) nei primi anni ’80, poi ci siamo ritrovati a Milano a vari concerti. Per Beppe, dopo Rockerilla, era iniziata l’avventura di Metal Shock e così in una delle tante occasioni dove gli avrò frantumato le palle parlando di musica, mi propose di iniziare a collaborare. Non sapevo se sarei stato all’altezza, ma mi buttai e tutto sommato feci bene. Continua a Leggere
Iscriviti alla Mailing List di Sdangher
Inserendo la tua email, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali.